January 5, 2018 / 10:43 AM / 7 months ago

Diritti Serie A, base asta per intero campionato in tv è 570 mln euro l'anno - fonti

di Elvira Pollina

MILANO, 5 gennaio (Reuters) - Per acquistare i diritti di tutte le partite del campionato di calcio della Serie A nel triennio 2018-2021 i broadcaster televisivi tradizionali dovranno mettere sul piatto almeno 570 milioni di euro l’anno.

E’ quanto riferito da due fonti a conoscenza della struttura e dei prezzi minimi del bando per licenze nazionali approvato dall’assemblea di Lega e che sarà pubblicato domani, mentre le offerte dovranno essere presentate entro il 22 gennaio.

Il nuovo bando, spiegano le fonti, prevede tre pacchetti (A,B,C) destinati a piattaforme specifiche (satellitare, digitale terrestre e over-the-top).

Ciascuno di essi contiene le partite di 8 squadre: Juventus, Napoli, Milan, Inter, Lazio, Fiorentina e quelle di due club di fascia bassa.

Il prezzo minimo fissato per i pacchetti A e B è di 260 milioni di euro, dicono le fonti, mentre il pacchetto C, che contiene le stesse squadre dei lotti A e B ed è destinato agli operatori over-the-top (Iptv, streaming online, ecc.), ha un prezzo minimo di 160 milioni di euro.

Il valore più basso del pacchetto C, secondo le fonti, è imputabile all’assenza di alcune caratteristiche rispetto ai lotti destinati a satellite e digitale, come la possibilità di trasmettere gli highlights in diretta.

Le altre dodici squadre, tra cui Roma, Torino e Cagliari, sono state inserite nel pacchetto D, non vincolato ad alcuna piattaforma specifica.

Tale lotto è diviso in due: il pacchetto D1 contiene le partite in casa della Roma e del Cagliari e quelle in trasferta del Torino, più i match di altre nove squadre di fascia medio-bassa. Il pacchetto D2 contiene invece le partite in trasferta di Roma e Cagliari e quelle in casa del Torino, oltre alle partite di nove club medio-piccoli.

Il prezzo minimo per acquistare l’intero pacchetto D è di 310 milioni di euro, ma è prevista la possibilità di acquistare D1 e D2 separatamente, secondo le fonti.

Se un operatore attivo sulla piattaforma satellitare o digitale terrestre volesse trasmettere tutta le partite della Serie A dovrebbe acquistare il pacchetto A o B e l’intero pacchetto D, offrendo quindi almeno 570 milioni di euro.

Per trasmettere su piattaforma satellitare tutte le partite della Serie A Sky Italia nel triennio 2015-2018 Sky ha sborsato 572 milioni di euro, mentre Mediaset ha pagato 373 milioni di euro per mandare in onda sulla pay tv digitale terrestre Premium le partite di Juventus, Milan, Inter, Napoli, Fiorentina, Lazio, Roma e Genoa.

Accanto ai pacchetti principali, è stato predisposto un pacchetto di diritti accessori (che comprende le immagini dagli spogliatoi e dell’arrivo delle squadre negli stadi), il cui prezzo minimo è stato fissato a 60 milioni di euro l’anno. Considerando anche i diritti accessori, il prezzo minimo dell’intera asta fissato dalla Lega è di 1,050 miliardi di euro. Oltre al bando per gli operatori media, la Lega Serie A ha approvato un avviso di gara destinato agli intermediari indipendenti, come banche e fondi, interessati ad acquistare in blocco i diritti per poi rivenderli. Tali offerte verranno eventualmente prese in considerazione solo se l’asta destinata ai broadcaster non dovesse andare a buon fine, come successo a giugno.ù

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below