December 15, 2017 / 3:03 PM / a year ago

RPT-Diritti tv Serie A, assemblea su bando 2018-2021 il 4/1, cambiano pacchetti

(Precisa che attualmente Mediaset trasmette anche partite Lazio)

MILANO, 15 dicembre (Reuters) - I rappresentanti della Lega Serie A si riuniranno in assemblea il 4 gennaio per approvare il nuovo bando dell’asta dei diritti tv del campionato per le stagioni 2018-2021. In quell’occasione, come da prassi, saranno decisi i prezzi minimi dei singoli pacchetti.

L’appuntamento è stato già reso ufficiale sul sito della Lega Serie A, dopo la riunione della commissione tecnica tenutasi ieri.

Secondo quanto spiegato da una fonte a conoscenza della situazione, l’assegnazione dovrebbe avvenire il 22 gennaio, data della scadenza per la presentazione delle offerte.

Nel complesso, l’obiettivo della Lega, assistita dall’advisor Infront, è ricavare dall’assegnazione almeno un miliardo di euro a stagione.

MODIFICHE

I lavori della commissione tecnica hanno apportato una serie di modifiche alla struttura dei pacchetti rispetto a quella messa a punto per l’assegnazione andata a vuoto a giugno . La struttura sarà resa nota nei giorni immediatamente successivi all’assemblea del 4 gennaio.

La fonte riferisce che i pacchetti A, B e C, destinati a piattaforma satellitare, digitale terrestre e internet, per quanto riguarda le grandi squadre, oltre alle partite di Juventus, Milan, Inter e Napoli comprenderanno anche i match di Fiorentina e Lazio, che nella precedente formulazione erano stati inseriti nel pacchetto D, non vincolato a una piattaforma specifica.

In quest’ultimo — fanno sapere due fonti — è rimasta un’unica big, la Roma. Questo vuol dire che chi vorrà vedere tutte le partite dei giallorossi avrà a disposizione una sola piattaforma, ovvero quella dell’assegnatario.

Attualmente è Sky Italia a detenere, su piattaforma satellitare i diritti di tutte le partite della Serie A, mentre Mediaset. trasmette i match di Juventus, Inter, Milan, Napoli, Roma, Lazio Fiorentina e Genoa.

Proprio il diverso approccio ai diritti sportivi da parte del gruppo di Cologno, alle prese con l’incertezza dopo la mancata vendita a Vivendi riguardo il futuro della pay tv Premium, attiva sul digitale terrestre, è stato uno dei fattori che ha portato al flop dell’asta di giugno.

OFFERTA PER INTERMEDIARI E CANALE LEGA

L’altra novità, spiega la fonte, riguarda l’introduzione di un secondo bando, rivolto agli intermediari indipendenti (banche, fondi) interessati ad acquistare tutti i diritti per poi rivenderli a terzi.

Tale meccanismo scatterebbe solo se le offerte ricevute da broadcaster e operatori over-the-top non dovessero risultare soddisfacenti. Resta inoltre sul tavolo il progetto di un canale della Lega, portato avanti in questi mesi. Un paracadute che sarebbe pronto ad attivarsi se le aste non andassero a buon fine.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below