December 12, 2017 / 10:22 AM / 6 months ago

PUNTO 3-Austria, incendio hub gas, un morto e feriti, bloccato export verso Italia

* Italia dichiara stato emergenza gas

* Attività garantita dagli stoccaggi

* Snam dice che import potrebbe ripartire già oggi (Aggiunge altri dettagli)

VIENNA/MILANO/ROMA, 12 dicembre (Reuters) - L’incendio divampato stamani nel principale centro di smistamento di gas in Austria, a Baumgarten, ha causato un morto e almeno 18 feriti, di cui uno in condizioni serie. L’Italia ha dichiarato lo stato di emergenza a causa del temporaneo stop alla forniture di metano dalla Russia in un momento in cui il Paese è colpito da un’ondata di freddo e dall’emergenza maltempo soprattutto al Nord.

L’operatore del terminale Gas Connect dice che l’incendio è stato completamente domato dai vigili del fuoco. Secondo la polizia l’origine è di natura tecnica.

A causa di questo incidente il terminale austriaco è stato chiuso e, di conseguenza, sono stati sospesi i transiti di gas dalla Russia verso l’Austria e i confini a sud e sudest del Paese, quindi verso l’Italia, la Slovenia e la Crozia.

Da Baumgarten transita il gas russo che entra in Italia da Tarvisio in Friuli e rappresenta la parte maggiore dell’importazione di gas verso il belpaese. Per questo motivo il ministero dello Sviluppo economico ha dichiarato lo stato di emergenza anche se la fornitura di gas è assicurata dalla maggiore erogazione di gas dagli stoccaggi messi a disposizione da Snam, l’operatore nazionale proprietario della gran parte dei gasdotti e stoccaggi italiani.

Olt Offshore, proprietario del rigassificatore al largo di Livorno controllato da Iren, ha messo a disposizione la capacità di rigassificazione dell’impianto per il mese in corso.

L’Italia importa dall’Austria il 30% del proprio fabbisogno e di questo l’80% fa capo all’Eni. In un incontro con i giornalisti il numero uno della major petrolifera, Claudio Descalzi, ha sottolineato che “oggi mancheranno 57 milioni di metri cubi di gas. Probabilmente già domani potrebbe tornare qualcosa. Se durerà qualche giorno o settimana possiamo compensare utilizzando gli stoccaggi, i contratti con l’Algeria o acquistando gas dal Mar del Nord e portarlo in Italia attraverso la Svizzera”.

Stamani, in una nota, Snam ha scritto che “sulla base delle informazioni al momento disponibili, le forniture potrebbero riprendere già nella giornata di oggi, se venissero confermate le prime indicazioni sull’assenza di danni alle infrastrutture di trasporto”.

La situazione è monitorata attentamente dalla Ue, mentre l’operatore russo Gazprom dice che sta lavorando per ridirigere i flussi di gas e cercare di assicurare le forniture che sono stato interrotte.

A causa di questo incidente, i prezzi del gas in Europa stanno registrando un forte balzo. Il prezzo all’ingrosso del gas in Italia è balzato del 97% a 47 euro per MWh, un livello record mai toccato.

In Gran Bretagna, il più grande mercato del gas europeo, il gas per consegna immediata è balzato del 35% a 92 pence, un livello che non vedeva dal 2013.

(Giancarlo Navach, Alberto Sisto)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below