December 6, 2017 / 7:01 PM / a year ago

BT Italia, Tribunale dichiara illegittimo licenziamento ex AD, azienda pagherà circa 1,8 mln -fonti

di Emilio Parodi

MILANO, 6 dicembre (Reuters) - Il Tribunale civile di Milano ha dichiarato illegittimo il licenziamento dell’ex AD di British Telecom Italia Gianluca Cimini, allontanato dall’azienda nell’autunno 2016 per motivi disciplinari prima dell’avvio dell’inchiesta penale sulle presunte irregolarità contabili, e ha condannato l’azienda a pagare, a vario titolo, una somma totale che sfiora il milione e 800.000 euro.

Lo hanno riferito a Reuters tre fonti legali e lo hanno confermato l’avvocato di Cimini, Angelo Zambelli, e indirettamente la società stessa.

In particolare, il giudice del lavoro di Milano, Tullio Perillo, nella sua sentenza — le motivazioni della quale verranno depositate entro 15 giorni — ha valutato il licenziamento del manager sia “illegittimo” che “infondato”.

Il giudice ha quindi condannato BT Italia a pagare a Cimini 124.000 euro netti a titolo di risarcimento del danno all’immagine, oltre 314.000 euro lordi a titolo di indennità sostitutiva del preavviso e oltre 23.000 euro a titolo di incidenza del trattamento di fine rapporto calcolato su tale importo.

BT Italia è stata chiamata a pagare anche altri circa 472.000 euro lordi a titolo di indennità supplementare nella misura massima prevista dal contratto nazionale dei dirigenti dell’industria, e oltre 27.000 euro come indennità per le ferie decurtate. In aggiunta, a Cimini sono stati riconosciuti anche oltre 863.000 euro per il risarcimento del danno per il mancato esercizio dei piani di incentivazione.

British Telecom dovrà infine pagare circa 40.000 euro per le spese legali. L’azienda potrà presentare appello e impugnare la sentenza, che è però già immediatamente esecutiva.

“Una sentenza coraggiosa - la definisce l’avvocato giuslavorista Angelo Zambelli, che ha assistito Cimini - che ci lascia profondamente soddisfatti e che ritengo abbia oggi restituito al dottor Cimini la reputazione e il decoro professionali che gli erano stati tolti un anno fa”.

Un portavoce di British Telecom ha comunicato che la società “è estremamente delusa da questa decisione. Sarebbe inappropriato per noi fare ulteriori dichiarazioni in questa fase in cui siamo in attesa della sentenza completa e delle sue motivazioni”.

BT Italia aveva allontanato Cimini e altri manager per addebiti disciplinari in relazione a un audit interno da cui erano emersi presunti atteggiamenti vessatori da parte del top management nei confronti dei dipendenti. Prima cioè che l’azienda, in due diversi statement a fine ottobre 2016 e soprattutto a gennaio 2017 tagliasse stime di ricavi, utili e free cash flow per 2017 e 2018 attribuendone gran parte della responsabilità a “gravi irregolarità contabili nelle attività italiane” con un ‘buco’ di 530 milioni di sterline.

Cimini, insieme ad altri tre ex top manager e a un ex funzionario, resta fra gli indagati dell’inchiesta penale condotta dalla procura di Milano con le ipotesi di reato di associazione a delinquere finalizzata alla dichiarazione fraudolenta con uso di fatture per operazioni inesistenti ed emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Tutti gli indagati, attraverso i loro legali, hanno sempre respinto gli addebiti.

Nell’ottobre scorso la procura di Milano ha chiesto e ottenuto sei mesi di proroga delle indagini, affidando fra l’altro a un consulente una perizia contabile che per partire attende che nei prossimi giorni venga approvato il bilancio di BT Italia, chiuso il 31 marzo scorso.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below