10 novembre 2017 / 09:29 / tra 11 giorni

Bce doveva segnalare intenzione di porre fine ad acquisto titoli - Nowotny

VIENNA, 10 novembre (Reuters) - La Bce avrebbe dovuto evidenziare un chiaro intento di porre fine agli acquisti di titoli quando ha deciso di estendere il Qe fino a settembre 2018, ma lasciando aperta la porta per una sua ulteriore estensione.

Lo ha detto il membro della Bce, Ewald Nowotny, intervistato da una Tv.

Nowotny, che è alla guida della banca centrale dell‘Austria, ha detto di essere d‘accordo con il collega tedesco, Jens Weidmann, che ha fatto una osservazione simile il giorno dopo la decisione della Bce.

“Da questo punto di vista sono assolutamente d‘accordo con il collega tedesco”, ha detto Nowotny.

Il mese scorso la Bce ha annunciato il rallentamento degli acquisti dei bond dal prossimo gennaio, ma ha esteso il progranna di acquisti da 2.550 miliardi fino alla fine del prossimo settembre.

“Questo nuovo programma di acquisti è valido fino a settembre 2018 e, dal mio punto di vista, dovremmo portarlo verso una sua fine qualora l‘economia dovesse svilupparsi come ci attendiamo attualmente”, ha spiegato.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below