October 27, 2017 / 9:36 AM / 10 months ago

PUNTO 2-Mediobanca balza dopo conti trim1, da addendum Bce opportunità non minaccia

(Aggiunge dettagli, aggiorna titolo)

di Gianluca Semeraro

MILANO, 27 ottobre (Reuters) - Mediobanca batte le attese con i conti del primo trimestre dell’esercizio 2017-18 e brilla in borsa grazie alla solidità patrimoniale e alla buona qualità degli attivi che consente di guardare all’addendum della Bce sulla copertura degli npl come opportunità di business e non come una minaccia.

Il risultato è frutto del contributo positivo di tutte le divisioni con una forte accelerazione del wealth management, settore sul quale Mediobanca punta molto nell’attuale piano strategico e per il quale è sempre in cerca di opportunità di shopping di realtà medio-piccole o grandi se creano valore, come spiegato dal Ceo Alberto Nagel a stampa e analisti.

Con le eventuali acquisizioni nel wealth management si intreccia poi il destino della quota in Generali, pari al 13%, che concorre per circa un terzo agli utili del gruppo. Piazzetta Cuccia è aperta a tutte le opzioni: se una banca reinveste più capitale in alcune attività come il wealth management “ottiene un profilo più solido e un valore più apprezzabile”, ha infatti spiegato Nagel.

Tuttavia la vendita del 3% di Generali, prevista nel piano, “resta lo scenario centrale” anche se oggi i prezzi di borsa (il titolo triestino viaggia poco sotto i 16 euro) sono lontani da quelli di due anni fa intorno a 17 euro circa quando Mediobanca ha cominciato a vendere, ha sottolineato il Ceo.

Nel primo trimestre l’utile netto si è attestato a 300,9 milioni con un incremento dell’11,2% rispetto a un anno prima e sopra il consensus raccolto dalla banca di 260 milioni. Nel risultato sono comprese la plusvalenza di 89 milioni sulla cessione del residuo 1,35% detenuto in Atlantia (ma lo scorso anno gli utili da cessione di titoli erano 112 milioni) e oneri non ricorrenti per 7 milioni legati alla ricapitalizzazione di CR Cesena, Carim e Carismi finalizzata alla cessione a Credit Agricole, dice una nota.

Il margine di intermediazione è cresciuto del 12,9% a 598,4 milioni con una dinamica particolarmente positiva per le commissioni (+30,5% a 138,3 milioni e per la prima volta il wealth management è il maggior contributore) e dei proventi da tesoreria (+21,7% a 38,7 milioni). In crescita anche il margine di interesse (+5,6% a 331,7 milioni).

Il Cet1 ratio è al 13,3%, calcolato interamente con il metodo standard, stabile rispetto a fine giugno.

Le rettifiche su crediti sono calate a 55 milioni (-40%) con un costo del rischio dimezzato a 57. In calo le attività deteriorate nette (-4% su anno le lorde, -5% le nette) con un indice di copertura al 55% per le deteriorate e al 71% per le sofferenze.

Forte di questi numeri Mediobanca non è preoccupata dall’addendum proposto dalla Bce sulla gestione degli npl che chiede una copertura integrale entro due anni per i non garantiti ed entro sette per quelli garantiti.

“Compass è già ‘compliant’ con l’addendum Bce. Per il Cib non ci sono partite deteriorate, ci sono alcuni unlikely to pay che nel tempo stanno passando a bonis o avendo riprese di valore. Per CheBanca ci può essere uno sfasamento temporale che viene compensato dalla vendita degli asset”, ha infatti spiegato Nagel.

Quindi la banca è pronta a cogliere le opportunità che emergeranno nell’attività di advisory, capital market, credit management per il Cib e in termini di partnership con banche medio-piccole per Compass.

Alle 11 il titolo corre in borsa: +3,09% a 9,515 euro con volumi che già superano dopo due ore dall’avvio delle negoziazioni quelli calcolati sull’intera seduta nell’ultimo mese (6,2 milioni contro 3,5 milioni). Lo stoxx di settore italiano cede 0,58%.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below