October 2, 2017 / 10:11 AM / 10 months ago

PUNTO 1-Spagna, Rajoy affronta crisi dopo violento voto secessione in Catalogna

(Riscrive con dettagli, contesto)

SANT PERE DE TORELLO, Spagna, 2 ottobre (Reuters) - Il primo ministro spagnolo Mariano Rajoy affronta la più grossa crisi costituzionale della Spagna degli ultimi decenni dopo che il referendum sull’indipendenza della Catalogna, caratterizzato da pesanti violenze, ha aperto la porta alla secessione della sua regione più ricca.

Il ministro della Giustizia spagnolo Rafael Catala ha detto oggi che la Spagna potrebbe usare il suo potere costituzionale, applicando al’articolo 155, per sospendere l’autonomia catalana se il parlamento regionale dichiarasse l’indipendenza.

“L’articolo 155 c’è e lo useremo. Il nostro obbligo è risolvere problemi e lo faremo. Se qualcuno dichiara l’indipendenza, dovremo dirgli che non può”, ha detto Catala in una intervista tv.

Stamani le strade di Barcellona, la capitale catalana, sono tranquille, ma gli editoriali dei quotidiani, in cui i funzionari catalani spiegano che il 90% dei votanti ha scelto di lasciare la Spagna, paventano uno scontro decisivo tra Madrid e la regione.

“Potrebbe andare peggio”, scrive il quotidiano catalano moderato La Vanguardia in un editoriale, dopo che la polizia spagnola ha usato manganelli e proiettili di gomma per fermare il voto, che è stato dichiarato illegale da Madrid. Il governo catalano riferisce di 893 feriti durante gli scontri, di cui quattro in gravi condizioni.

“Stiamo entrando in una fase di scioperi e di proteste di strada...e con più movimento, più repressione”.

I sindacati catalani hanno convocato uno sciopero generale per domani.

La Catalogna è un polo industriale e turistico, che rappresenta un quinto dell’economia spagnola. Ha già molta autonomia, ma il suo introito fiscale è cruciale per il bilancio dello stato spagnolo.

Il governatore catalano Carles Puigdemont ha dichiarato ieri che gli elettori si sono conquistati il diritto all’indipendenza, aggiungendo che presenterà i risultati al parlamento regionale, che ha il potere di promuovere una mozione di indipendenza.

Il referendum non ha status giuridico; è stato bloccato dal governo di Madrid e dalla Corte costituzionale perché in contrasto con la costituzione del 1978, e ci sono pochi segnali di supporto per l’indipendenza catalana in altre parti della Spagna.

Puigdemont ha convocato una riunione di emergenza del governo catalano. A Madrid, Rajoy ha pianificato di coordinare i prossimi passi in una riunione con Pedro Sanchez, leader dei socialisti all’opposizione.

Il voto pesa sul mercato finanziario e sull’euro, che alle 11,30 perde lo 0,6% sul dollaro. La borsa di Madrid perde l’1,19%; tra i titoli peggiori ci sono le banche catalane Sabadell e Caixabank.

Le maggiori banche di investimenti si aspettano che la crisi venga risolta con un’offerta da parte di Rajoy di maggiore autonomia.

Rajoy ieri ha proposto colloqui tra tutti i partiti politici per “riflettere sul futuro della Catalogna”, ma mantenendo fuori discussione l’ipotesi di indipendenza.

Il tentativo del governo di Madrid di evitare il referendum con l’uso della forza è stato criticato da diversi stati membri dell’Ue, compresa Gran Bretagna e Belgio, mentre l’Unione europea di per sé è rimasta in silenzio.

Il quotidiano anti-indipendenza El Pais in un editoriale ha criticato “l’assoluta incapacità di gestire la crisi sin dall’inizio” di Rajoy.

Il governo catalano ha annunciato che 2,26 milioni di persone sono andate a votare ieri, con un’affluenza del 42%, malgrado la repressione.

Angus Berwick Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below