September 28, 2017 / 5:33 PM / a year ago

Agenzie rating avranno bisogno di "sufficiente presenza" in Ue dopo Brexit - Esma

LONDRA, 28 settembre (Reuters) - Le agenzie di rating, che hanno loro principali sedi europee a Londra, potranno dover trasferire una significativa parte del personale in altre zone dell’Unione europea in tempo per la Brexit.

Lo ha reso noto l’Esma, l’European Securities and Markets Authority, che di recente ha chiesto a S&P Global, Moody’s, Fitch e altre agenzie, un possibile piano per quando la Gran Bretagna lascerà il blocco all’inizio del 2019.

Steven Maijoor, capo dell’Esma, ha detto al Reuters Financial Regulation Summit che saranno pubblicate delle linee guida entro la fine dell’anno, ma che è probabile sarà richiesto alle agenzie di sposare lo staff.

Le tre principali agenzie di rating e la più piccola Dbrs insieme impiegano migliaia di persone a Londra, ma sono operative anche in altri paesi Ue.

S&P ha una quota di mercato pari a circa il 45% nel blocco dei 28 Paesi, seguita da Moody’s con poco più del 31% e Fitch con circa il 16,5%, secondo i dati Esma.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below