September 26, 2017 / 12:58 PM / 9 months ago

Borsa, apparato regolamentare gravoso disincentiva società a Ipo

MILANO, 26 settembre (Reuters) - La scelta di non quotarsi delle medie imprese italiane potrebbe dipendere in misura significativa dalla percezione da parte degli imprenditori di un assetto normativo e regolamentare eccessivamente gravoso.

Sono queste le conclusioni del ‘discussion paper’ di Consob intitolato “Implicazioni e possibili motivazioni della scelta di non quotarsi da parte delle medie imprese italiane”, che sostanzialmente esclude le motivazioni di carattere prettamente economico.

“La scarsa propensione alla quotazione delle medie imprese italiane – che si riflette nell’esiguità del nostro listino – non sembra giustificata dalla prevalenza dei benefici (maggior discrezionalità nella redazione della rendicontazione contabile e finanziaria) sui costi (minor redditività, minor crescita, più severo razionamento e dipendenza da fonti di finanziamento interne) connessi con la ‘non ammissione’ in borsa, ma sia da ricondurre ad altri fattori, anche culturali, verosimilmente legati alla percezione dei costi complessivi dell’apparato regolamentare che disciplina la quotazione in borsa”, si legge nelel conclusioni dello studio.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below