September 7, 2017 / 4:08 PM / 10 months ago

Mediaset, uffici Agcom e Vivendi lavorano a accordo per consiglio 13/9 -fonti

ROMA, 7 settembre (Reuters) - Si avvicinano le posizioni fra Vivendi e gli uffici dell’Agcom sulle modalità con cui il gruppo francese ottempererà all’ordine dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che in primavera ha contestato al gruppo francese la doppia partecipazione in Telecom e nel gruppo del Biscione vietata dalla legge Gasparri.

E’ quanto riferiscono due fonti a conoscenza del dossier aggiungendo che l’accordo fra il gruppo e gli uffici potrebbe essere portato all’attenzione del consiglio dell’Agcom, che ha l’ultima parola in tema, il prossimo 13 settembre.

Il consiglio dell’Agcom nella prossima riunione prenderà atto dell’accordo con gli uffici. Ma la valutazione vera e propria sul rientro nei limiti di legge verrà fatta solo al termine dei 12 mesi concessi, in primavera, a Vivendì.

“La soluzione prevede il passaggio della quota eccedente il 9,99% di Mediaset ad un blind trust che deve rescindere i fili fra proprietà e gestione delle azioni Mediaset. La cosa potrebbe arrivare al consiglio del 13 settembre per la presa d’atto”, ha detto la prima fonte.

La semplice sterilizzazione dei diritti — Vivendì detiene una quota del 28,8% del capitale e del 29,8% dei diritti di voto — “non è apparsa una soluzione praticabile”, ha confermato la seconda fonte.

Togliere dal mercato il 20% dei diritti di voto di Mediaset per un periodo di tempo significativamente lungo avrebbe potuto aprire altri problemi.

Mediaset è controllata con il 41% dei diritti di voto (39,5% capitale) da Fininvest.

Il gruppo di Vincent Bollorè ha acquistato la partecipazione in Mediaset, società fulcro degli affari di Silvio Berlusconi, dopo aver messo in discussione l’accordo raggiunto per l’acquisto di Mediaset Premium, contestando il valore attribuito alla società.

La legge impedisce a chiunque abbia una posizione influente in una società di telecomunicazioni — Vivendi ha il 23,9% di Telecom Italia — di avere una partecipazione significativa in una società che controlli più del 10% del mercato editoriale.

Da capire ora se l’Agcom si accontenterà del passaggio della gestione dei titoli ad un terzo indipendente o continuerà a richiedere la vendita del pacchetto azionario.

Molto dipenderà probabilmente anche dall’esito del ricorso al Tar fatto da Vivendì che si è rivolto al Tribunale amministrativo contro il provvedimento dell’Autorità. L’udienza di merito è fissata per febbraio prossimo.

(Alberto Sisto)

. Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below