June 1, 2017 / 6:55 AM / a year ago

BORSE ASIA-PACIFICO ancora piatte, segnali contrastanti da Cina

 INDICI                        ORE  8,40    VAR %    CHIUS. 2016
 ASIA-PAC.                     498,21       0,08     426,67
 TOKYO                         19.860,03    1,07     19.114,37
 HONG KONG                     25.792,29    0,51     22.000,56
 SINGAPORE                     3.226,54     0,49      2.880,76
 TAIWAN                        10.087,42    0,47      9.253,50
 SEUL                          2.344,61     -0,12     2.026,46
 SHANGHAI COMP                 3.104,13     -0,42     3.103,64
 SYDNEY                        5.738,10     0,24      5.665,79
 MUMBAI                        31.153,36    0,02     26.626,46
   
    1 giugno (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono oggi praticamente
piatte, dopo il ribasso della sterlina sui timori che il premier britannico
Theresa May possa perdere il controllo del parlamento alle prossime elezioni e i
segnali contrastanti sullo stato di salute della manifattura cinese.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,40 circa
segna +0,08% a 498,21 punti. L'indice giapponese Nikkei ha chiuso in
rialzo di oltre l'1%.
    La sterlina ha perso lo 0,1% dopo che un sondaggio YouGov ha indicato che ai
conservatori britannici potrebbero mancare i seggi per avere la maggioranza
necessaria a formare un governo, con la prospettiva di una situazione politica
confusa mentre partono i negoziati formali sulla Brexit. Per altrio sondaggi,
comunque, May ha ancora un'ampia maggioranza.
    La moneta britannica aveva già toccato ieri il minimo da sei settimane, ma
era poi risalita.
    Dalla Cina, intanto, sono arrivati i risultati di un'indagine privata
secondo cui l'attività manifatturiera si è contratta a maggio per la prima volta
in 11 mesi. Proprio ieri i dati ufficiali avevano invece segnalato che la
crescita del settore resta costante.
    In molti paesi asiatici a maggio si è registrata una lieve debolezza col
rallentamento della domanda di export, secondo varie indagini, ma gli analisti
parlano di un fenomeno probabilmente temporaneo, tra i segnali di stabile
miglioramento dell'economia globale.
    
    ** SHANGHAI è in calo sui dati della manifattura e sui timori di un
intervento eccessivo del governo sulle restrizioni alle vendite. HONG KONG
 è invece in rialzo, grazie soprattutto al settore immobiliare. Prada
 perde oltre il 4,5%.
    ** TAIWAN ha chiuso in rialzo, grazie all'elettronica e al settore
dei semiconduttori.
    ** SYDNEY è positiva, grazie agli acquisti dei titoli industriali,
che hanno contrastato la perdita nel settore dei consumi ciclici dopo il
downgrade della catena Westfarmers da parte di Morgan Stanley.
    ** SINGAPORE è in rialzo, ai massimi da quasi una settimana, grazie
ai pesi massimi Singapore Telecommunications (SingTel) e Jardine
Matheson Holdings.
    ** SEUL è calata dello 0,11%, anche se la buona prova dell'export ha
ridotto le perdite complessive, mentre MUMBAI è piatta.
     
Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni,
grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon
"Pagina Italia" o "Panorama Italia".
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below