May 29, 2017 / 6:40 AM / a year ago

BORSE ASIA-PACIFICO cala da massimi due anni

 INDICI                        ORE  8,25    VAR %    CHIUS. 2016
 ASIA-PAC.                     498,84       -0,23    426,67
 TOKYO                         19.682,57    -0,02    19.114,37
 HONG KONG                     25.695,81    0,22     22.000,56
 SINGAPORE                     3.218,24     -0,04     2.880,76
 TAIWAN                        CHIUSA       /         9.253,50
 SEUL                          2.353,38     -0,08     2.026,46
 SHANGHAI COMP                 CHIUSA       /         3.103,64
 SYDNEY                        5.707,10     -0,77     5.665,79
 MUMBAI                        31.059,17    0,10     26.626,46
 
    29 maggio (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono oggi in calo,
dopo i modesti guadagni accumulati in corso di seduta, mancando di spunti per
restare ai massimi da due anni mentre sono chiusi per festività alcuni
importanti mercati.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,25 segna
-0,23% a 498,84 punti. L'indice giapponese Nikkei ha chiuso praticamente
piatto.
    Oggi sono chiusi i mercati della Cina continentale, Taiwan, gli Usa, la Gran
Bretagna.
    La sterlina continua a perdere terreno, dopo che un sondaggio ha indicato
che si restringono i margini di vittoria alle elezioni anticipate per i
conservatori della premier Theresa May.
    Le borse non hanno quasi reagito al lancio di un missile da parte della
Corea del Nord e in corso di seduta hanno toccato un record giornaliero prima di
passare in negativo, dopo cinque giorni di rialzo.
    "Mentre la situazione con la Corea del Nord rimane tesa, il mercato si è
abituato ai lanci di missili, la volatilità più ampia si è ridotta", dice
Shusuke Yamada, senior strategist di Bank of America Merrill Lynch a Tokyo. "E
poi i mercati Usa saranno chiusi oggi e ciò riduce gli incentivi e il movimento
complessivo".
    L'indice regionale una settimana fa ha toccato i minimi da sei mesi e mezzo
sui timori politici relativi alla presidenza di Donald Trump negli Usa e ai
possibili rapporti di alcuni esponenti americani con le autorità russe, per poi
riprendersi. Ma, avverte Masafumi Yamamoto, chief forex strategist di Mizuho
Securities, sia il dollaro che i mercati Usa potrebbero essere a rischio calo se
quello per l'amministrazione Trumpo diventasse un timore a lungo termine.
    "Ciò detto, la possibilità che il presidente venga realmente sottoposto a
impeachment resta molto bassa e finora ogni pressione negativa sull'azionario
Usa è rimasta limitata".
    I prezzi del petrolio sono calati, a causa della voluminosa produzione Usa
che ha offuscato i tagli delle forniture decisi dall'Opec.
    ** SYDNEY ha chiuso in netto ribasso, trascinata da i titoli legati
alla materie estrattive e a quelli finanziari.
    ** HONG KONG è in rialzo, soprattutto grazie ai titoli immobiliari
sull'anticipazione di una forte domanda interna nelle città cinesi minori. Il
titolo di Prada perde quasi l'1%.
    ** SEUL cambia direziome in corso di seduta e brucia i guadagni
accumulati.
    ** SINGAPORE leggermente negativa, mentre MUMBAI è in lieve
rialzo.
    
 
Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni,
grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon
"Pagina Italia" o "Panorama Italia".
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below