May 15, 2017 / 10:20 AM / a year ago

A2a, Brescia si allinea a Milano, non intendere scendere sotto 25% capitale

BRESCIA, 15 maggio (Reuters) - Il comune di Brescia non intende scendere sotto il 25% più un’azione che oggi detiene nel capitale di A2A in futuro, grazie anche al buono stato delle casse comunali.

A dirlo è Paolo Panteghini, assessore al Bilancio, nel corso dell’assemblea sul bilancio 2016.

“Grazie alle casse che ce lo consentono, il Comune di Brescia non ha intenzione di scendere nella quota di partecipazione e di mantenere il proprio 25% in futuro, lavorando e collaborando insieme”, ha detto l’asessore del comune di Brescia.

La superutility lombarda è controllata congiuntamente fra Milano e Brescia con una quota del 50% più due azioni. I due Comuni hanno di recente unito in un patto di sindacato il 42% del capitale, lasciando una quota pari all’8% (il 4% a testa), potenzialmente alienabile sul mercato. Lo scorso gennaio il consiglio comunale di Milano aveva approvato all’interno della delibera un emendamento che prevede comunque di non alienare la quota del 4% che spetta al comune per il prossimo triennio. Di fatto Brescia si è allineata con la decisione presa da Milano.

(Giancarlo Navach)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below