11 luglio 2016 / 17:58 / in un anno

PUNTO 1-Unicredit, revisione strategica con nuovo AD, focus su capital management

(Aggiunge dichirazioni Mustier, dettagli)

MILANO, 11 luglio (Reuters) - Il Ceo entrante di Unicredit Jean Pierre Mustier non perde tempo e fa approvare dal Cda una profonda strategia di revisione del gruppo focalizzata sul capital management, sulla gestione dei costi e del rischio.

In una nota la banca annuncia che la revisione riguarderà tutte le principali aree del gruppo con lo scopo di rafforzare ed ottimizzare la dotazione di capitale del gruppo

“Vogliamo essere focalizzati sul capital management, ogni business dovrà avere un approccio al capitale molto disciplinato”, ha commentato Jean Pierre Mustier, nel corso di un incontro di presentazione ai giornalisti.

Il nuovo Ceo ha sottolineato che, con questo obiettivo, è pronto a cogliere “le opportunità di creazione di valore quando se ne presenteranno”, potenzialmente anche attraverso dismissioni.

Asset strategici quali HVB, l‘area CEE ed il Corporate and Investment Banking, specifica il comunicato diffuso dall‘istituto, “proseguiranno nel loro sviluppo, aumentando, ovunque possibile, cross-selling e sinergie pur mantenendo un grande impegno nel garantire l‘efficienza dei processi e l‘ottimizzazione degli RWA”.

Mustier ha inoltre sottolineato che il gruppo non abbandonerà la propria vocazione internazionale.

“Vogliamo offrire ai nostri clienti una rete in Europa occidentale e centro orientale”, ha detto il banchiere che è stato in UniCredit dal 2011 al 2014 come responsabile dell‘area Corporate & Investment Banking.

Oltre al capitale Mustier ha specificato che altre priorità sono rappresentate dalla gestione dei costi e dei rischi.

In Italia continuerà la rivisitazione della rete retail e la conseguente digitalizzazione dei servizi.

Per la gestione del portafoglio non core “verrà anche definito un approccio più pro-attivo” per accelerare il rafforzamento del bilancio, si legge nella nota.

In generale “ci sarà un‘attenzione specifica alle opportunità di ottimizzazione del capitale, ad una aggiuntiva riduzione dei costi, al cross-selling fra le diverse entità del gruppo e, soprattutto, all‘ulteriore miglioramento della disciplina nella gestione del rischio”.

All‘incontro era presente anche il presidente Giusepe Vita che ha così commentato l‘arrivo di Mustier: “Con Jean Pierre abbiamo trovato il candidato esterno ed interno, che riunisce tutte le caratteristiche che cercavamo”, oltre ad avere una forte caratura internazionale.

UniCredit ha annunciato inoltre il collocamento fino al 10% di FinecoBank, attraverso un accelerated bookbuilding.

L‘operazione “era decisa da tempo dalla gestione Ghizzoni”, ha spiegato Vita.

“Speravamo nel ‘Remain’ (nel referendum britannico sull‘uscita dalla Ue), poi il mercato è andato così e Ghizzoni ha accelerato”, ha aggiunto il presidente.

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below