28 aprile 2015 / 12:32 / 3 anni fa

PUNTO 1-Fincantieri, per AD gruppo sarà 'consolidatore' del mercato

(Aggiunge ulteriori commenti AD)

TRIESTE, 28 aprile (Reuters) - Fincantieri ritiene che avrà un ruolo attivo nel processo di consolidamento del settore navale.

Lo ha detto l‘amministratore delegato della società Giuseppe Bono durante l‘assemblea che ha approvato il bilancio 2014, a cui è seguita una parte straordinaria che ha dato il via libera alle modifiche sull‘oggetto sociale della società.

A un azionista che chiedeva se la società fosse interessata a espandersi nel settore navale militare o all‘acquisizione di una quota di Stx France, l‘AD ha risposto: “Alcune notizie non possono essere diffuse più di tanto, ma noi per la posizione raggiunta ci riteniamo dei consolidatori”.

Secondo indiscrezioni stampa, Fincantieri sarebbe interessata a Stx France, controllata per il 66,6% dalla coreana Stx e per il restante 33,4% dalla francese Caisse des Dépôts.

L‘AD Giuseppe Bono ha inoltre escluso un aumento di capitale nel prossimo futuro.

“Al momento non abbiamo esigenze, non abbiamo nessuna idea o analisi o esame per un aumento di capitale”, ha detto Bono.

L‘assemblea ha deliberato di destinare l‘utile 2014, pari a 55 milioni di euro, a riserva. A questo proposito, l‘AD ha ricordato che fin dal processo di quotazione la società aveva sottolineato di voler destinare le risorse alla crescita.

“Lo abbiamo detto in tutta la fase preparatoria della quotazione che non avremmo distribuito dividendo. Nei prossimi anni l‘aziernda sarà impegnata a crescere”, ha sottolineato.

L‘AD ha inoltre ribadito come nel gruppo ci sia un problema di produttività, che deve essere migliorata.

“Secondo noi la produttivita all‘interno del gruppo dei dipendenti diretti è altamente insufficiente”, ha spiegato.

L‘azienda, che a fine 2014 contava circa 7.700 dipendenti in Italia, è impegnata nel confronto con il sindacato per il rinnovo del contratto integrativo. I sindacati hanno proclamato un pacchetto di ore di sciopero.

“Dobbiamo confrontarci con un mondo diverso dal passato ... non possiamo restare con relazioni sindacali che sono state costruite negli anni 70”, ha sottolineato l‘AD. “Dobbiamo fare un salto di qualità”, ha aggiunto.

Bono ha infine sottolineato il buon momento che sta attraversando il settore delle navi da crociera, l‘attesa per la finalizzazione dei contratti con la marina italiana e il momento più difficile per la parte offshore. “Credo soffriremo ancora un po’” sull‘offshore, dove l‘azienda è presente attraverso la controllata Vard, ha spiegato Bono a margine dell‘assemblea.

A proposito della controllata Vard, l‘AD ha spiegato che “dobbiamo attrezzare l‘azienda in modo che alla fine di questo periodo sia in grado di catturare le opportunità che si presenteranno”.

(Elisa Anzolin)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia tr

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below