1 dicembre 2014 / 09:54 / tra 3 anni

PUNTO 2-UnipolSai e Ugf, Cda propongono conversione azioni in sole ordinarie

(Aggiunge recesso Ugf)

MILANO, 1 dicembre (Reuters) - I Cda di Unipolsai e della holding di controllo Unipol Gruppo Finanziario (Ugf) hanno dato il via libera alla proposta di razionalizzazione e semplificazione della struttura di capitale riducendo le categorie di azioni in sole azioni ordinarie.

In particolare, spiegano due comunicati, le proposte da presentare ai soci prevedono per UnipolSai la conversione obbligatoria delle azioni di risparmio di categoria A e di categoria B in azioni ordinarie e, a monte, per Ugf la conversione delle azioni privilegiate in ordinarie.

Tra gli obiettivi, spiegano le note delle due società, aumentare il flottante e rendere i titoli più appetibili.

L‘assemblea straordinaria degli azionisti di UnipolSai per approvare la proposta è stata convocata il 26 gennaio, il giorno dopo si terranno le assemblee speciali degli azionisti di risparmio A e B.

Il 25 e 26 febbraio si terranno le assemblee (straordinaria e speciale) degli azionisti Ugf. Le operazioni saranno perfezionate dopo la data di stacco degli eventuali dividendi sull‘esercizio 2014.

Per quanto riguarda Unipolsai, i rapporti di conversione sono stati fissati in 100 azioni ordinarie per ciascuna azione di risparmio A, senza pagamento di alcun conguaglio, e 1 azione ord per ciascuna risp B, sempre senza conguaglio.

Assumendo il 7 gennaio 2014 quale data di riferimento (il 6 gennaio è nata UnipolSai), il rapporto di conversione delle azioni A riconosce un premio implicito del 25,31% rispetto alla media dei sei mesi precedenti il 7/1, mentre per le azioni B il premio è del 13,76%. Partendo invece dal 7 gennaio alla chiusura di venerdì scorso, i premi scendono rispettivamente a 1,87% e 2,14%.

Per quanto riguarda Ugf, il rapporto di conversione è di 1 azione ordinaria per ciascuna privilegiata.

Sulla base della chiusura di venerdì scorso e della media dei prezzi degli ultimi sei mesi, agli azionisti privilegiati verrebbe riconosciuto un premio implicito dell‘8,54%.

L‘operazione è subordinata anche alla circostanza che il complessivo valore di liquidazione delle azioni di risparmio A per le quali sarà eventualmente esercitato il diritto di recesso (228,272 euro per azione) non ecceda i 30 milioni; stesso limite per le azioni B (recesso a 2,238 euro), mentre per le privilegiate di Ugf il limite è 100 milioni (recesso 3,711 euro).

Per il testo integrale dei comunicati i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below