5 agosto 2014 / 10:24 / tra 3 anni

PUNTO 2-Telecom, Telefonica guarda uscita da capitale e acquisto GVT, titolo crolla

(Aggiunge quotazioni titoli)

di di Stefano Rebaudo

MILANO, 5 agosto (Reuters) - Telefonica potrebbe azzerare la partecipazione in Telecom Italia con il bond convertendo di metà luglio e il possibile accordo con Vivendi su Telefonica Brasil -GVT, ma in realtà si tiene le opzioni aperte, mettendo sotto pressione Telecom, che perde fino a 5% in borsa.

Il bond convertendo ha scadenza luglio 2017 e a quella data ridurrà la quota di Telefonica in Telecom Italia all‘8,3-9,4% a seconda di quale sarà il prezzo di conversione. Ma il bond è scambiabile con un altro bond e riacquistabile; la riduzione di capitale, anche a termine, non è quindi scontata.

Per l‘ulteriore allegerimento è necessario ottenere un doppio gradimento dei francesi: alla cessione di GTV e al fatto di prendersi azioni Telecom Italia.

Però, se si andasse verso l‘uscita di Telefonica in Telecom Italia con le due operazioni di cui sopra, il gruppo italiano perderebbe in un solo colpo un partner industriale di livello globale, GVT, che nei desideri degli azionisti di minoranza, doveva essere un obiettivo e si ridurrebbero le prospettive di vendita della controllata Tim Brasil.

E il titolo in questo momento, con un ribasso (attorno alle 15,30) del 4,4%% circa, sembra scontare proprio questo scenario.

Pesanti anche Telefonica Brasil (-3,4% circa) e Tim Participaçoes (-6% circa) alla Borsa di San Paolo.

Finora l‘ipotesi del mercato era un ulteriore consolidamento nella telefonia mobile in Brasile con l‘acquisizione di Tim Brasil da parte degli altri operatori: Grupo Oi, America Movil e Telefonica Brasil.

L‘attivismo di Telefonica su questo fronte era giustificato dalla necessità di soddisfare le richieste del Cade che ritiene eccessiva la sua doppia posizione come controllante di Telefonica Brasil e socio di Tim Brasil, attraverso Telecom Italia. Con l‘uscita da Telecom questa necessità sparisce.

CONVERTENDO PER EVITARE SANZIONI CADE

Il gruppo spagnolo ha detto che la mossa sul convertendo è stata fatta per mostrare all‘autorità brasiliana antitrust Cade che non controlla Telecom Italia.

Con lo sciolgimento della holding di controllo del gruppo italiano, Telco, atteso nelle prossime settimane, la partecipazione degli spagnoli passerà dal 10,4% circa, in trasparenza, se si guarda agli attuali diritti di voto nella holding, al 14,8% diretto nella società telefonica.

Secondo la nota Telefonica sul convertendo, con l‘operazione, la sua quota in Telecom si riduce al di sotto dei livelli precedenti la ricapitalizzazione di settembre 2013, quando aveva acquistato nuove azioni Telco, ma prive del diritto di voto, quelle che la porteranno al 14,8%.

Il gruppo spagnolo questa mattina ha annunciato un‘offerta da 6,7 miliardi di euro su GVT, con la possibile cessione dell‘8,3% di Telecom Italia.

Vivendi ha detto che nessuna delle controllate è in vendita, ma che valuterà l‘offerta.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below