31 luglio 2014 / 10:15 / tra 3 anni

PUNTO 2-Tenaris, utile netto e ricavi trim2 in leggero calo, titolo giù

(Aggiunge dettagli da conference, aggiorna titolo)

MILANO, 31 luglio (Reuters) - Tenaris ha archiviato il secondo trimestre con un utile netto di 420 milioni di dollari da 430 milioni di un anno prima, a fronte di vendite nette per 2,661 miliardi di dollari (2,829 miliardi).

Confermata la guidance sui risultati 2014, visti in linea con quelli dell‘esercizio precedente, con una flessione nel terzo trimestre che dovrebbe essere compensata nel quarto.

E’ quanto annunciato dal gruppo che ha sede a Lussemburgo e controllato dalla Techint della famiglia Rocca, in una nota diffusa ieri, in tarda serata.

“Le nostre vendite del secondo trimestre sono cresciute del 3% trimestre su trimestre e hanno incluso un livello record di vendite nell‘Africa subsahariana, che ha compensato il consueto effetto stagionale in Canada. Il nostro Ebitda e margini operativi hanno continuato a beneficiare del mix di prodotto favorevole”, si legge nella nota.

L‘Ebitda nel periodo è sceso a 702 da 730 milioni di dollari.

Secondo un sondaggio effettuato da Reuters, gli analisti prevedevano un utile netto di 426,3 milioni di dollari e un Ebitda di 734 milioni.

Per un primario broker italiano, i risultati sono leggermente inferiori alle attese “per via di volumi e marginalità più bassa”.

ATTESA PER DECISIONE SU DAZI USA, SVILUPPI ARGENTINA

Rispondendo alle domande degli analisti nel corso della conference call, l‘AD Paolo Rocca non ha fornito indicazioni precise sul 2015, ma ha elencato i fattori che influenzeranno il business del gruppo. “La conferma dei dazi (alla Corea negli Usa) cambiererebbe diverse cose”, ha spiegato. Le altre dinamiche significative saranno la crescita dell‘attività nei gas scisti e l‘impatto della riforma energetica in Messico.

A livello geografico, Tenaris sottolinea l‘impatto potenzialmente positivo negli Stati Uniti dei dazi sui produttori coreani, se la US International Trade Commission ad agosto confermerà la decisione del dipartimento del Commercio.

Rocca, nel corso della conference call, ha spiegato che la conferma dei dazi negli Usa “allargherà il range di prodotti offerti dai fornitori locali”, in sostanza provocando un‘impennata dei volumi. “L‘industria usa è stata danneggiata severamente dalle importazioni coreane”, ha argomentato l‘AD. Il settore “recupererà in termini di volumi e prezzi”, anche perché “gli importatori avranno costi aggiuntivi e il rischio contingente di dazi retroattivi per dumping”.

Il gruppo guidato da Paolo Rocca prevede una ripresa lenta dell‘attività di drilling in Messico, mentre il Canada dovrebbe superare i livelli del 2013.

Graduale ripresa anche in Medio Oriente e Africa sub-sahariana, mentre l‘Arabia Saudita risentirà di aggiustamenti nelle scorte. La seconda parte dell‘anno, infine, continuerà a registrare una debolezza delle vendite in Brasile.

Rocca ha sottolineato i fattori di incertezza, soprattutto in ottica 2015. Stimolato, in particolare, sull‘impatto del possibile default dell‘Argentina, l‘AD ha risposto che “è troppo presto per capire esattamente, i negoziati sono in corso e continueranno. E’ difficile anticipare l‘impatto di ogni soluzione o mancata soluzione sull‘economia o sul settore petrolifero. In generale, ci sono fondamentali molto forti per investire e sviluppare greggio e gas in Argentina. Il paese importa gas a caro prezzo. il sito di Vaca Muerta è pronto per sviluppare gli scisti. Nel medio termine gli sviluppi dell‘area sono certi”.

Reazione negativa del titolo ai risultati e anche alle notizie provenienti dall‘Argentina, paese dove Tenaris è quotata e a cui è fortemente esposta: attorno alle 16, infatti, cede il 3,3%, a 16,13 euro, dopo aver segnato un minimo di 16,08 euro.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below