20 giugno 2014 / 11:35 / tra 3 anni

Wall Street - Stocks to watch del 20 giugno

NEW YORK, 20 giugno (Reuters) - I futures sugli indici azionari Usa sono poco mossi dopo il nuovo record toccato alla vigilia dall‘indice S&P 500.

Il benchmark ieri è salito per il quinto giorno consecutivo, seppure in misura limitata, spinto dal perdurante ottimismo innescato dalle dichiarazioni della Fed sulla politica monetaria.

Ulteriori decisi rialzi non sembrano profilarsi per oggi in assenza di eventi importanti: il calendario macro è privo di appuntamenti di rilievo mentre nell‘agenda delle trimestrali dell‘S&P 500 figurano Darden Restaurant e CarMax.

Intorno alle 13,20 i futures sul Dow Jones scadenza settembre salgono dello 0,08%, quelli sull‘S&P 500 guadagnano lo 0,03% e quelli sul Nasdaq segnano un rialzo dello 0,01%.

Sull‘obbligazionario i treasuries decennali cedono 4/32 e rendono il 2,64%, i trentennali arretrano di 11/32 con un rendimento al 3,48%.

I titoli in evidenza:

ORACLE ha annunciato ieri risultati del quarto trimestre che hanno deluso gli investitori che si aspettavano progressi maggiori contro le rivali, facendo affondare il titolo di oltre il 5% nell‘after hours. Oggi nel pre borsa le azioni perdono il 5,8%.

Il gruppo farmaceutico britannico Shire ha respinto l‘offerta da 27 miliardi di sterline dell‘americana ABBVIE .

Siemens e Mitsubishi Heavy Industries hanno aggiunto 1,2 miliardi di euro alla loro offerta per le attività energetiche di Alstom nella speranza di contrastare la proposta migliorativa di GENERAL ELECTRIC in vista della scadenza di lunedì per una decisione sul futuro della società francese. Il presidente François Hollande dovrebbe incontrare oggi i responsabili di GE e del tandem tedesco-nipponico.

Rappresentanti di BANK OF AMERICA hanno chiesto al procuratore generale Usa Eric Holder di incontrare il Ceo della banca Brian Moynihan nel tentativo di risolvere le disparità di vedute su un possibile accordo multimiliardario relativo a titoli ipotecari venduti dall‘istituto e da sue controllate, secondo fonti vicine ai colloqui.

SPRINT ha contattato otto banche per finanziare il progetto di acquisizione di T-MOBILE, un passo avanti verso l‘operazione che porterebbe alla fusione del terzo e quarto operatore mobile Usa, hanno riferito fonti vicine alla situazione.

L‘investitore attivista Carl Icahn, diventato il principale azionista di FAMILY DOLLAR, ha chiesto alla società di mettersi in vendita immediatamente, minacciando una guerra a colpi di deleghe per sostituire l‘intero board nel caso il processo di cessione non venga avviato. Il titolo è salito di circa il 3% nel dopo borsa.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below