April 24, 2020 / 2:19 PM / a month ago

MONETARIO -Brevissimi in salita, aumenta stress mercato per virus

ROMA, 24 aprile (Reuters) - Il tratto a brevissimo della curva dei tassi sull’interbancario è in salita, in un clima di stress per i timori relativi alla reazione del sistema creditizio di fronte alla pandemia da Covid-19.

** Gli operatori guardano da un lato alle misure del governo per l’accesso al credito e dall’altro agli sforzi di Francoforte per assicurare liquidità a sostegno dell’economia, mentre si attendono le prossime mosse Ue dopo le decisioni prese ieri dal vertice dei leader che non hanno soddisfatto a pieno gli investitori.

** Intorno alle 16,10, su General Collateral Italia , il tasso overnight scambia a -0,455, lo spot/next a -0,465% e il tom a -0,46%.

** Ieri l’Euribor trimestrale, tasso chiave del mercato monetario, ha toccato i massimi da oltre quattro anni, evidenziando il forte nervosismo che lo scuote da qualche settimana a causa della domanda senza precedenti di liquidità in un’economia che si avvia alla peggior recessione da anni.

** L’eccesso di liquidità a disposizione delle banche nella zona euro si aggira in media sui 2.000 miliardi rispetto ai 1.998 circa della settimana scorsa.

** Nelle ultime misure a sostegno del sistema, la Bce ha annunciato che accetterà anche junk bond come collateral e ha temporaneamente allentato i requisiti di capitale legati al rischio di mercato per le banche commerciali.

** Secondo dati aggiornati al 17 aprile, il totale del portafoglio Bce dei titoli sottoscritti nell’ambito del nuovo programma ‘Pepp’ è salito di una ventina di miliardi a 70,674 miliardi.

** Martedì Francoforte ha collocato 18,9 miliardi in un’operazione a 63 giorni nell’ambito del nuovo programma Ltro, con richieste da 82 banche oltre a 157 milioni nella consueta operazione pronti contro termine a sette giorni con richieste da 13 istituti.

** L’incapacità dei vertici Ue di trovare sinora un accordo sull’emissione di debito congiunto pesa, secondo gli analisti, sui rendimenti dei perifierici, e degli italiani in particolare, con lo spread tra Btp e Bund tornato a toccare i 270 punti base, massimo da un mese, per poi restringersi nei giorni seguenti grazie alla Bce.

** L’istituto centrale europeo ha ribadito che non è suo compito agire per chiudere gli spread che si allargano anche per motivi politici e ha rinnovato l’invito alla solidarietà tra i Paesi europei, sollecitando un’azione comune. (Valentina Consiglio, in redazione a Milano Alessia Pe’)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below