April 14, 2020 / 9:09 AM / in a month

Confcommercio stima crollo Pil del 13% in aprile per coronavirus

ROMA, 14 aprile (Reuters) - Confcommercio stima una riduzione tendenziale del Pil del 3,5% nel primo trimestre del 2020 e del 13% in aprile a causa del coronavirus che ha portato a un crollo dei consumi in marzo del 31,7%.

In un report, l’associazione dei commercianti chiede trasferimenti di liquidità a fondo perduto alle imprese anche aumentando il deficit.

“La strada prevalente in Italia è la riduzione degli impatti della crisi attraverso la concessione di abbondante liquidità a costi molto esigui. Sarebbe opportuno affiancare a questi provvedimenti una serie di indennizzi proporzionali alle perdite (al netto delle imposte potenzialmente dovute) subite dagli imprenditori e dai lavoratori”, si legge.

Analizzando le vendite nei diversi settori, Confcommercio parla per l’accoglienza turistica di un -95% degli stranieri a partire dall’ultima settimana di marzo; -82% delle immatricolazioni auto; -100% delle vendite di abbigliamento e calzature, specie per le aziende non attive su piattaforme virtuali e di un -68% per bar e ristoranti considerando le attività di consegna a domicilio. (Francesca Piscioneri, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below