October 2, 2019 / 4:56 PM / 2 months ago

Processo tangenti Nigeria, scontro su comunicato Eni per archiviazione Usa

MILANO, 2 ottobre (Reuters) - Al processo in corso davanti al Tribunale di Milano sulle presunte tangenti Eni e Shell per l’acquisizione di un giacimento offshore in Nigeria, ha fatto il suo ingresso oggi il comunicato con cui ieri Eni ha annunciato l’archiviazione da parte degli Usa dei procedimenti sui casi Nigeria e Algeria.

Il pubblico ministero Sergio Spadaro infatti ha chiesto al Tribunale di acquisire una comunicazione inviata alla procura dal Dipartimento della Giustizia statunitense, letto da Reuters. Nella comunicazione si definisce come un “effetto fuorviante” l’interpretazione di un primo comunicato stampa dell’Eni con cui ieri pomeriggio la società diceva che la decisione del Dipartimento di Giustizia confermava l’esito delle verifiche interne affidate a terze parti che non avrebbero evidenziato condotte illecite.

La società in un secondo comunicato, che due ore dopo ha sostituito il precedente, ha eliminato il riferimento al Dipartimento di Giustizia, precisando che sono stati i suoi controlli interni a non evidenziare illeciti.

Il pm Spadaro ha chiesto di acquisire il documento perché rilevante sul comportamento extra-processuale della società imputata, aggiungendo che il Dipartimento di Stato ha precisato che la decisione di archiviare i procedimenti non è entrata nel merito degli stessi, ma è stata disposta perché su parte degli stessi temi sono in corso procedimenti penali in Italia e in Olanda.

L’avvocato Nerio Diodà, che assiste Eni nel processo, ha risposto in aula che si è trattato di un semplice “problema di traduzione”, che è stato subito risolto col secondo comunicato.

Eni in una nota ha dichiarato che “è stato commesso un errore di backoffice nella traduzione del comunicato dalla lingua italiana a quella inglese (la versione di riferimento era quella in lingua italiana) che poteva creare incertezze”.

“Infatti, appena ci siamo resi conto dell’errore (circa 35 minuti dopo la diffusione del comunicato) abbiamo pubblicato sul nostro sito web nel minimo lasso di tempo tecnicamente possibile una nuova versione della traduzione in inglese”.

“La versione in italiano è rimasta invariata - conclude la nota - L’errore, in ogni caso, non impatta in alcun modo sulla correttezza della notizia, vale a dire che il Dipartimento di Giustizia americano ha concluso le proprie indagini ai sensi della normativa anticorruzione USA (FCPA) in relazione ai procedimenti Algeria e Nigeria, disponendone l’archiviazione”.

I giudici si sono riservati la decisione di acquisire la documentazione alla prossima udienza.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below