May 16, 2019 / 4:51 PM / in a month

PUNTO 1-EssilorLuxottica, soci respingono allargamento Cda, "difficile" ricerca AD

(riscrive con altri dettagli)

di Matthias Blamont

PARIGI, 16 maggio (Reuters) - In linea con le indicazioni del board, gli azionisti di EssilorLuxottica hanno respinto le proposte avanzate da alcuni azionisti di minoranza di allargare il Cda con due consiglieri indipendenti. Resta aperta intanto la ricerca di un nuovo Ceo, che secondo il presidente Leonardo Del Vecchio non sarà facile e che potrebbe concentrarsi su un candidato interno.

Alcuni soci tra cui le società di investimento Phitrust e Comgest avevano proposto di nominare consiglieri Wendy Lane e Jesper Brandgaard perché portassero la loro esperienza nelle questioni di governance all’interno di un Cda rimasto a lungo bloccato dal braccio di ferro tra il presidente italiano e il vicepresidente con pari poteri Hubert Sagnieres.

Una tregua raggiunta lunedì scorso tra i due fronti, con l’assegnazione di maggiori deleghe ai Ceo delle due società operative Essilor e Luxottica Laurent Vacherot e Francesco Milleri, potrebbe aver contribuito all’esito della votazione.

La nomina di Wendy Lane è stata respinta da una maggioranza del 56,2%, quella di Brandgaard con il 65,64%.

“Siamo molto delusi. Temo che nuovi disaccordi possano emergere”, ha commentato a Reuters Denis Branche, direttore generale dell’asset manager Phitrust.

La governance, stretta negli accordi di integrazione e nello statuto del gigante dell’occhialeria, non ha subito dunque variazioni e resta perfettamente equilibrata tra il ramo francese, che può contare sul 4% del capitale in mano all’associazione di dipendenti Valoptec, e quello italiano che ha in Leonardo Del Vecchio il primo azionista con diritti di voto bloccati al 31%.

In attesa che sia nominato un CEO entro fine 2020, Sagnieres ha sottolineato che il gruppo “continua a operare e a prendere importanti decisioni. I risultati del primo trimestre erano eccellenti”.

Ma la ricerca del manager non sarà facile, secondo le parole pronunciate oggi da Del Vecchio in assemblea. Saranno valutati candidati interni ed esterni, ma la società è complessa e ci vuole qualcuno che non venga a fare l’avvocato o il finanziere. Serve qualcuno che conosca l’azienda e sappia nuotare da solo, ha detto. Per questo, il suo ragionamento, sembra migliore l’opzione di una scelta interna.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below