February 13, 2019 / 9:11 AM / 4 months ago

RPT - PUNTO 4-Juventus debutta su mercato obbligazionario con bond 5 anni da 175 mln

(aggiusta titolo)

MILANO, 13 febbraio (Reuters) - La Juventus ha debuttato sul mercato obbligazionario, diversificando le fonti di finanziamento per perseguire l’ambiziosa strategia di crescita globale del club, cui è stata impressa una svolta quest’estate con l’acquisto di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid.

Stamane la società bianconera ha collocato un bond unsecured a 5 anni da 175 milioni di euro, che offrirà un rendimento di 3,5%. Gli ordini hanno superato i 250 milioni. Il bond, scedenza febbraio 2024, è stato prezzato a reoffer 99,436 e stacca una cedola di 3,375%.

L’operazione è stata gestita da Morgan Stanley, in qualità di lead manager, e da Ubi Banca nel ruolo di co-lead.

L’importo finale dell’emissione odierna, priva di rating e non convertibile, è leggermente superiore a quello atteso, pari a 150 milioni. La struttura dell’emissione è bullet, cioè da rimborsare alla scadenza, senza piani di ammortamento, che potrebbero in qualche modo vincolare l’operatività dell’emittente.

I bianconeri sono la prima grande società di calcio italiana ad affacciarsi sul segmento delle obbligazioni corporate non garantite, strumento peraltro piuttosto insolito nel mondo del calcio.

La società bianconera — ha spiegato il chief financial officer Marco Re — ha colto un’opportunità per “estendere la durata media del debito, a un costo complessivamente conveniente”, ricevendo “un segnale di fiducia da parte del mercato”.

In termini di rendimento, il titolo offre un premio di 384 punti base sul benchmark tedesco a 5 anni aprile 2024 e di 173 punti base sul bond ottobre 2024 della controllante Exor, che ha rating ‘BBB+’ da parte di S&P.

Al momento il club bianconero non ha in programma altre operazioni simili né, ha ribadito Re, è all’ordine del giorno un aumento di capitale.

Il bond “rimpiazzerà parte delle linee di credito in essere”, aumentando comunque il debito, secondo una dinamica già prevista prima dell’operazione odierna. Al 30 giugno 2018 l’indebitamento finanziario netto della società era pari a 309,8 milioni.

“E’ naturale che ci siano dei limiti che ci siamo posti e stanno nei nostri piani, oltre i quali non andremo”, ha detto Re, riguardo l’aumento del debito e ricordando come l’ultima sessione del mercato estivo si sia chiusa con un saldo negativo di 170 milioni.

Il responsabile finanziario bianconero ha confermato che la società prevede di chiudere l’esercizio 2018/2019 in perdita, la cui entità dipenderà dal percorso della squadra in Champions League.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below