May 23, 2018 / 12:21 PM / 2 months ago

Fiera Milano guarda a partnership, vuole distribuire dividendo - AD

MILANO, 23 maggio (Reuters) - Fiera Milano sta valutando proposte di partnership a livello internazionale, con particolare attenzione agli Stati Uniti.

E’ quanto ha detto l’amministratore delegato della società, Fabrizio Curci, durante la presentazione del piano strategico 2018-2022.

Rispondendo ad una domanda sull’attività di M&A — che non è contemplata dal piano, ma che non è esclusa —, Curci ha glissato sulle indiscrezioni che vorrebbero Fiera Milano in colloqui con le società omologhe di Bologna, Roma e Parma: “Le acquisizioni di aziende non mi affascinano”, ha affermato Curci. “Diverso è parlare di partnership: ricevo e leggo una proposta al giorno. Stiamo guardando con attenzione agli Usa”. L’AD, però, ha rimarcato che il mercato estero “va cresciuto nel tempo”. Per quanto riguarda l’Italia, Curci ha ammesso che il mercato “è molto frammentato”, non spingendosi oltre. Ma ha scandito: “Non abbiamo paura di fare alleanze”. E ancora: “Non siamo ciechi di fronte alle opportunità, ma saremo selettivi”.

Il piano non prevede la distribuzione di dividendi, ma, ha proseguito il manager, “mi piacerebbe distribuirlo”, aggiungendo “in modo equilibrato”.

La generazione di cassa prevista dal piano, del resto, induce a pensare che il gruppo presieduto da Lorenzo Caprio possa distribuire cedole e/o effettuare operazioni di M&A. Curci, anche in questo caso, ha fatto ricorso all’ironia: “Cosa ne facciamo della cassa? E’ il miglior problema che mi piace gestire”.

L’AD e il direttore finanziario, Marco Pacini, hanno illustrato i pilastri del piano, soffermandosi sulla necessità di fare leva sui luoghi fisici di proprietà, focalizzandosi sulle manifestazioni gestite direttamente, ma senza dimenticare le nicchie. Curci ha posto l’accento sugli investimenti, pari a circa 100 milioni (30 milioni dei quali già destinato all’acquisto dei parcheggi), per accrescere la sicurezza, puntare sulla sostenibilità ambientale, migliorare l’accessibilità e creare una ‘customer experience’. L’AD, inoltre, ha rimarcato il valore aggiunto di Milano, che “tira più di tutti, è la città del business del Paese”.

Pacini ha ricordato la stagionalità del business, con “gli anni dispari più favorevoli grazie alle ferie pluriennali”, affermando che “il 2021 sarà migliore del 2019”.

Infine, Curci ha detto di non attendersi “un downturn economico, la produzione industriale va bene”.

Piazza Affari continua a premiare il piano di Fiera Milano: attorno alle 14,05, infatti, il titolo guadagna il 4,36, a 2,75 euro, dopo aver toccato un massimo di 2,82 euro, nuovo picco dal 9 dicembre 2015.

(Massimo Gaia)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana, con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon le parole “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below