May 17, 2018 / 1:22 PM / a month ago

Debito, Castelli (M5s): non calcolare Btp comprati da Bce facilita rispetto Fiscal compact

ROMA, 17 maggio (Reuters) - Escludere dal calcolo del rapporto debito/pil i titoli di Stato acquistati dalla Banca centrale europea con il quantitative easing aiuta l’Italia e gli Stati europei a rispettare più facilmente il Fiscal compact.

Lo dice la deputata del Movimento cinque stelle, Laura Castelli, commentando con Reuters uno dei punti più controversi del contratto di governo in corso di negoziato con la Lega.

La misura “ha solo l’effetto di rendere più facile rispettare il Fiscal compact”, nello specifico “la regola del ventesimo”, spiega Castelli.

Il Fiscal compact obbliga l’Italia a ridurre di un ventesimo in media d’anno la distanza che separa il rapporto debito/pil, visto dal governo uscente al 130,8% nel 2018, dalla soglia di riferimento del 60%.

L’Italia si è appellata alla disciplina dei “fattori rilevanti” per spiegare la deviazione dalla regola di riduzione del ventesimo.

Eurostat ha detto poco fa che non può escludere i titoli di Stato italiani detenuti dalla Bce dal calcolo del debito pubblico italiano. nL5N1SO4D9

(Giuseppe Fonte)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below