May 8, 2020 / 12:55 PM / in 22 days

Ubi Banca, netto trim1 cresce a 94 mln, Cet1 al 12,86%, calano deteriorati

MILANO, 8 maggio (Reuters) - Ubi Banca ha chiuso il primo trimestre con un utile netto a 93,6 milioni di euro, in crescita del 12,2% rispetto al dato di un anno prima rielaborato per una variazione nel criterio di valutazione degli immobili.

“Sono molto ottimista sulla capcità di Ubi di gestire la crisi”, ha detto il Ceo Victor Massiah in una videointervista pubblicata sul sito web della banca.

Il Cet1 fully loaded è cresciuto al 12,86%, con un progresso di 57 punti base su fine 2019. L’Mda buffer è di 361 punti base. Con la piena applicazione dell’articolo 104a della Crd5 salirebbe a 459 punti base.

Grazie al piano di funding realizzato nel 2019 la banca già eccede i requisiti Mrel (totale e subordinato) in vigore da giugno.

Sempre dal punto di vista patrimoniale l’Npe ratio è al 7,5%, ma scende al 6,7% se calcolato pro forma tenendo conto della cessione di 800 milioni di sofferenze in lavorazione il cui costo è già stato significativamente assorbito nel quarto trimestre dell’anno scorso, spiega una nota. L’operazione è attesa nel prossimo trimestre.

In calo anche lo stock di crediti deteriorati a 6,7 miliardi (-2,4% rispetto a fine dicembre). Nel periodo sono state effettuate rettifiche su crediti per 155,6 milioni di cui 50 milioni su inadempienze probabili di settori più colpiti dalla crisi del Covid-19, la cui copertura media è ora al 35%.

Il margine di interesse è calato del 9,1% su base annua (-1,7% sul precedente trimestre) a 405,2 milioni, mentre le commissioni nette sono cresciute a 420,5 milioni (+4,9% su base annua. Positivo per 53,6 milioni il risultato della finanza.

Per il 2020 alla luce dell’emergenza Covid la banca vede un indebolimento della componente commissionale e un margine di interesse preservato dai provvedimenti presi dalle istituzioni nazionali e internazionali per mitigare l’impatto della crisi.

Il costo del credito sarà più elevato di quanto indicato dal piano per il primo anno, mentre il tasso di passaggio dei crediti a default è atteso basso.

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando (Gianluca Semeraro, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below