3 marzo 2015 / 15:08 / tra 3 anni

PUNTO 1-Luxottica,co-AD rassicurano su nuova governance,strategia non cambia

(Riscrive con dettagli da presentazione analisti)

MILANO, 3 marzo (Reuters) - I due nuovi amministratori delegati di Luxottica si sono presentati alla comunità finanziaria rivendicando i vantaggi della struttura di governance duale e delineando un cammino di crescita che ripercorre sostanzialmente quello della passata gestione, compresa la possibilità di acquisizioni.

“La separazione delle deleghe tra me e Massimo è naturale, abbiamo competenze e background diversi, copriamo aree differenti. Quello che è importante per me è che la società veda l‘avere due Ceo come un vantaggio e non uno svantaggio”, ha commentato durante l‘investor day Adil Mehboob-Khan, entrato in carica a gennaio come AD Prodotto e Operations al fianco di Massimo Vian, AD Mercati.

Il gruppo di occhiali controllato da Leonardo Del Vecchio ha deciso di passare a un nuovo modello di governance con due Ceo (che ha suscitato qualche perplessità tra gli analisti) dopo l‘inattesa uscita in estate dello storico AD Andrea Guerra, seguita dopo poche settimane dalle dimissioni del successore Enrico Cavatorta.

Mehboob-Khan ha sottolineato di andare d‘accordo e di lavorare bene con Vian, che a sua volta ha osservato: “Credo che funzionerà, non c‘è assolutamente confusione”.

Anche il presidente Del Vecchio ha parlato di “un team affiatato e complementare” che guiderà il gruppo in questa nuova fase di sviluppo. “La nostra organizzazione è cambiata ma la nostra ambizione rimane quella di sempre”.

Dopo i solidi risultati 2014 annunciati ieri , il 2015 ha avuto un avvio “molto promettente” e riserverà “grandi soddisfazioni”, ha aggiunto Del Vecchio.

Il nuovo Cfo Stefano Grassi ha evidenziato il buon andamento di gennaio e febbraio e l‘impatto positivo atteso nel 2015 dai cambi.

Il gruppo si è impegnato a replicare anche quest‘anno la cosiddetta ‘rule of thumb’, l‘indicazione sulla crescita che prevede su base omogenea un incremento dell‘utile doppio rispetto ai ricavi, ma ha introdotto un elemento di cautela segnalando un aumento del fatturato ‘mid to high single-digit’ rispetto a ‘high single-digit’ degli anni passati.

Sul fronte M&A non cambierà la strategia consolidata di possibili acquisizioni guardando a mercati emergenti e nuovi marchi.

“L‘M&A continuerà a essere parte integrante del modello di crescita in futuro”, ha detto Mehboob-Khan, aggiungendo che il gruppo non è “alla caccia” ma è pronto se si presentano buone opportunità.

Quanto a una possibile integrazione con il produttore di lenti Essilor, studiata in passato, Mehboob-Khan si è limitato a precisare che i due gruppi sono sempre in contatto, in quanto i francesi sono tra i principali fornitori. “Vedremo quello che succederà in futuro”.

Il titolo oggi è debole (-1,2%) colpito dai realizzi e da una certa delusione tra chi si aspettava un dividendo ancora più corposo di quello, più che raddoppiato, annunciato ieri.

(Sabina Suzzi, Valentina Za)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below