11 febbraio 2015 / 19:09 / 3 anni fa

PUNTO 2-Mps, aumento elevato fino a 3 miliardi, target CET1 Bce al 10,2%

(Aggiorna da conference)

ROMA, 11 febbraio (Reuters) - Banca Monte dei Paschi BMPS.MI> ha comunicato che farà un aumento fino a massimi 3 miliardi dai 2,5 indicati in precedenza dopo aver fatto rettifiche su crediti nel 2014 per 7,82 miliardi che hanno portato a 5,34 miliardi la perdita netta del 2014.

Nel 2013 la banca aveva chiuso con una perdita di 1,43 miliardi.

Con l‘aumento da 3 miliardi la banca punta a superare il target ricevuto da Bce di 10,2% transitional di CET1 nel 2015, arrivando a 11,4% transitional, dopo aver rimborsato i residui aiuti di Stato e pagato il coupon al Tesoro.

Il CET1 ratio a fine 2014 è risultato pari all‘8,7% (circa -220 p.b. rispetto al 31/12/2013 proforma Basilea 3) ed il Total Capital ratio risulta pari al 13,0% (circa -210 p.b. rispetto al 31/12/2013 proforma Basilea 3).

A inizio 2015 il ratio di capitale core fully loaded, considerando pro forma l‘aumento di capitale da 3 miliardi, sarebbe del 9,7%.

Inizialmente la nuova vigilanza aveva dato un target di capitale preliminare a Siena per il 2015 del 14,3% che è stato poi ridimensionato per effetto delle rettifiche che la banca ha fatto sul bilancio 2014.

Il nuovo target di capitale è ora definitivo, ha chiarito il Cfo della banca Bernardo Mingrone.

Le rettifiche fatte nel 2014, hanno riguardato l‘intero portafoglio crediti di 129 miliardi e sono riconducibili ai criteri AQR per circa 6 miliardi, cifra che ha fatto levitare il totale a 7,821 miliardi.

Il tasso di copertura dei crediti deteriorati è quindi salito a fine 2014 a 48,9% rispetto al 41,8% di fine 2013.

Nel corso della conference con gli analisti, l‘AD Fabrizio Viola ha detto che ora il processo di riduzione dei rischi della banca è completato e che Siena, dopo le pulizie di bilancio e il nuovo rafforzamento patrimoniale è pronta a partecipare al processo di consolidamento.

Mps deve ancora rimborsare, e lo farà in anticipo con i proventi del prossimo aumento di capitale, 1.071 milioni di Monti bond che scadono per 600 milioni nel 2015, 150 milioni nel 2016 e 321 milioni nel 2017. Lo shortfall emerso con lo stress test, pari a 2,11 miliardi, comprendeva anche la restituzione prevista per il 2015 e 2016 pari a 750 milioni.

L‘aumento di capitale verrà lanciato entro il secondo trimestre, per rispettare i termini di 9 mesi indicati il 26 ottobre scorso con la comunicazione Bce dell‘esito del comprehensive assessment.

Le banche del consorzio di garanzia hanno elevato a fino a 3 miliardi dai 2,5 precedenti l‘impegno di pre-underwriting.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below