15 novembre 2010 / 09:15 / 7 anni fa

BORSE EUROPA - Indici in rosso, pesano Irlanda, voci tassi Cina

                             indici              chiusura 
                          alle 10,10    var.         2009  --------------------------------------------------------------- EuroStoxx50 .STOXX50E       2.804,04    -0,65%    2.966,24  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.097,75    -0,57%    1.045,76  Stoxx banche .SX7P            207,08    -0,65%      221,27  Stoxx oil&gas .SXEP           317,94    -0,27%      330,54  Stoxx tech .SX8P              196,98    -0,63%      184,35 ----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 15 novembre (Reuters) - Piazze europee in calo per la quarta seduta consecutiva: continua a sentirsi l‘effetto dei timori sulla capacità dei paesi periferici della zona euro di saper gestire il proprio debito, a partire dall‘Irlanda.
 “La fonte principale di preoccupazione per il mercato è se la crisi del debito sovrano esploderà senza controllo alcuno o se piuttosto riuscirà a essere contenuta”, ha detto Bernard McAlinden, investment strategist per Nbc Stockbrokers a Dublino.
 Alla pressione sugli indici contribuiscono anche le voci di un rialzo dei tassi di interesse in Cina, che hanno innescato una flessione del prezzo dei metalli e, a ruota, dei titoli delle minerarie. Il paniere di riferimento .SXPP è infatti il peggiore tra tutti gli Stoxx di settore, in calo di circa l‘1,3%.
 Intorno alle 10,10 l‘indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde lo 0,57%. Sui singoli mercati il Ftse 100 britannico .FTSE cala dello 0,55%, il Dax tedesco .GDAXI dello 0,50% e il Cac 40 francese .FCHI dello 0,58%.
  
 Tra i titoli in evidenza:
 * Tra le minerarie, registrano le perdite più marcate ANTOFAGASTA (ANTO.L), KAZAKHMYS (KAZ.L), FRESNILLO (FRES.L), RIO TINTO (RIO.L) e XSTRATA XTA.L, giù tra l‘1,5% e il 2%. Sotto i riflettori anche la quotazione europea di BHP BILLITON (BLT.L), in calo dello 0,8% dopo aver ritirato la sua Opa da 39 miliardi di dollari su Potash (POT.TO) (POT.F). La produttrice di fertilizzanti canadese cede oltre l‘8% a Francoforte.
 * AXA (AXAF.PA) è l‘unico titolo in positivo del Cac 40 dopo aver lanciato, assieme all‘australiana AMP (AMP.AX) un‘offerta da non meno di 6,43 dollari australiani per ogni titolo della controllata Axa Asia Pacific AXA.AX.
 * Il titolo di BRITISH PETROLEUM (BP.L) è debole nei primi scambi. La società britannica ha raggiunto un accordo per la cessione della sua rete di rifornimenti in Sud Africa per 296 milioni di dollari alla trader si materie prima Trafigura.
 * INVENSYS ISYS.L balza di oltre il 5%, grazie a un‘indiscrezione riferita dal Daily Telegraph di un interesse da parte di China Southern Rail.
 * PANDORA (PNDORA.CO) è in progresso del 3,5%. Nel primo giorno, dal suo debutto in borsa in ottobre, nel quale le banche coinvolte nella Ipo possono pubblicare rating sulla produttrice di gioielli, Nordea e Goldman Sachs hanno avviato la copertura con ‘buy’.
        

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below