5 luglio 2010 / 15:13 / tra 7 anni

BORSE EUROPA - Indici piatti tra scarsi volumi, bene Bp, Abertis

                             indici              chiusura 
                          alle 17,00    var.         2009  --------------------------------------------------------------- EuroStoxx50 .STOXX50E       2.516,26    -0,24%    2.966,24  FTSEurofirst300 .FTEU3        969,95    -0,07%    1.045,76  Stoxx banche .SX7P            188,96    -0,39%      221,27  Stoxx oil&gas .SXEP           271,42    +0,61%      330,54  Stoxx tech .SX8P              187,55    -0,35%      184,35 ----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 5 luglio (Reuters) - Negli scambi del tardo pomeriggio gli indici delle borse europee viaggiano a cavallo della linea di galleggiamento, con volumi particolarmente ridotti dalla chiusura della piazza Usa.
 Tra i pochi spunti di mercato il deciso +4% di British Petroleum (BP.L), arrivata a guadagnare anche oltre 5% forte dell‘attuale clima di ottimismo sulla perdita del mese scorso nel Golfo del Messico e delle indiscrezioni secondo cui sarebbe alla ricerca di un investitore strategico che le garantisca l‘indipendenza.
 Le piazze borsistiche europee hanno accusato la settimana scorsa la peggior battuta d‘arresto da inizio maggio, depresse da persistenti timori sul ritmo delle ripresa globale.
 “I dati economici hanno decisamente deluso nelle ultime due/tre settimane e la fiducia degli investitori ne ha risentito: molti preferiscono restare alla finestra e non sono ancora persuasi che si siano toccati i minimi per ricominciare a comprare” commenta Joshua Raymond, strategist a City Index.
 A livello settoriale particolarmente debole il comparto dei minerari, mentre migliore di tutte è la performance della categoria retail.
 Deprime l‘indice dei bancari il timore sui risultati degli stress test: secondo ‘Der Spiegel’ di ieri le autorità di controllo europee non hanno voluto includere uno scenario di default sovrano negli scenari di prova.
Intorno alle 17 l‘indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 arretra di 0,07%: tra le singole piazze il Ftse 100 britannico .FTSE fa +0,01%, il Dax tedesco .GDAXI cede 0,19% e il Cac 40 francese .FCHI lo 0,18%.
  
 Tra i titoli in evidenza:
 * Sospesa per eccesso di rialzo la spagnola Abertis (ABE.MC), arrivata a guadagnare oltre 12% dopo le indiscrezioni del ‘Financial Times’, secondo cui gli azionisti di maggioranza starebbero puntando a un rafforzamento della partecipazione. Guadagna quasi 6% Acs (ACS.MC), secondo azionista del gruppo di infrastrutture che si scommette possa beneficiare dalla cessione della propria quota
 * Marcata predominanza della lettera tra i maggiori finanziari: si va dal -2,2% di Barclays (BARC.L) al -1,5% di Bnp Paribas (BNPP.PA)
 * Debole la francese Accor (ACCP.PA), insensibile al nuovo ‘buy’ Deutsche Bank e in calo di oltre 3% 
 * Molto bene Acciona (ANA.MC) e Iberdrola IBR.MC, in rialzo rispettivamente di 4% e 5% dopo l‘annuncio di venerdì sera sull‘accordo raggiunto col governo in merito ai sussidi per l‘energia rinnovabile. * DEUTSCHE TELEKOM (DTEGn.DE) bene a +1,5 dopo la promozione a “neutral” da “underperform” da parte di Credit Suisse
        

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below