19 maggio 2010 / 08:22 / tra 8 anni

BORSE EUROPA - Indici giù su divieto vendite scoperto Germania

                             indici              chiusura 
                          alle 10,15    var.         2009  --------------------------------------------------------------- EuroStoxx50 .STOXX50E       2.620,38    -2,88%    2.966,24  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.005,65    -2,04%    1.045,76  Stoxx banche .SX7P            196,54    -2,93%      221,27  Stoxx oil&gas .SXEP           310,54    -1,79%      330,54  Stoxx tech .SX8P              196,39    -2,06%      184,35 ----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 19 maggio (Reuters) - Le piazze europee viaggiano in territorio negativo scontando l‘effetto della decisione della Germania di vietare le vendite allo scoperto su titoli di stato e relativi Cds, e sulle prime dieci istituzioni finanziarie del paese.
 “Gli investitori sono in un certo modo spaventati dal divieto di vendite allo scoperto. Il timore è che anche altri mercati possano provare e copiare [l‘iniziativa]”, ha detto Stephen Pope, capo strategis global equity per Cantor Fitzgerald.
 Particolarmente negativa la performance di banche .SX7P in calo del 2,93%, e minerari .SXPP giù del 3,97%, danneggiati da incertezze e volatilità del prezzo dei metalli.
 Intorno alle 10,15 l‘indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde il 2,88%. Sui singoli mercati il Ftse 100 britannico .FTSE cala del 2,19%, il Dax tedesco .GDAXI del 2,22% e il Cac 40 francese .FCHI del 2,79%.
  
 Tra i titoli in evidenza:
 * DEUTSCHE BANK (DBKGn.DE), BANCO POPULAR POP.MC, BBVA (BBVA.MC), BARCLAYS (BARC.L), SOCIETE GENERALE (SOGN.PA) e UBS UBSN.VX arretrano tra il 2,2% e il 5%.
 * Cadono anche i finanziari sulla piazza olandese con ING ING.AS, AEGON (AEGN.AS) e SNS REAAL SR.AS, giù tra il 2% e il 4,5%.
 * COMMERZBANK (CBKG.DE) è piatta, dopo essere salita del 2% in apertura per aver annunciato un buon inizio del secondo trimestre.
 * Le minerarie XSTRATA XTA.L e RIO TINTO (RIO.L) perdono rispettivamente il 7% e il 5,6%.
 * La costruttrice di case olandese HEIJEMANS HEI.AS arretra del 3,24%. Nei primi mesi dell‘anno il risultato operativo è migliorato rispetto a un anno fa grazie a un contenimento dei costi, ma la società non vede segnali che l‘attuale trend rialzista del mercato immobiliare olandese continui.
 * La catena di negozi britannico HOME RETAIL HOME.L scende di quasi il 7% dopo che Ubs ha abbassato il rating a “neutral” da “buy” e target price a 290 pence da 330, dato che le turbolenze macroeconomiche e la situazione politica nel Regno Unito possono danneggiare i suoi utili.
 * Il gruppo belga specializzato in teconologia delle immagini AGFA GEVAERT (AGFB.BR) avanza dello 0,5%, dopo un balzo di quasi il 4% in prime battute, per effetto di una trimestrale superiore alle attese con un utile netto di 18 milioni di euro e aver confermato il suo outlook.
 * NORDEN DNORD.COM guadagna quasi l‘1%. La società danese di spedizioni via mare nel primo trimestre ha registrato un utile operativo di 69 milioni di dollari a fronte di un consensus di 53 milioni, oltre ad aver alzato l‘outlook sull‘intero anno.
        

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below