1 settembre 2009 / 08:37 / 8 anni fa

BORSE EUROPA - Indici in calo su banche dopo avvio positvo

                               indici              chiusura
                             alle 10,30     var%       2008 ---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.745,96    -1,12    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        961,83    -1,03      831,97
DJ Stoxx banche .SX7P         227,21    -2,27      149,51
DJ Stoxx oil&gas .SXEP        297,86    -0,65      264,50
DJ Stoxx tech .SX8P           182,12    -0,92      152,86 ---------------------------------------------------------------   MILANO, 1 settembre (Reuters) - Le borse europee hanno aperto in terreno positivo per poi girare verso un deciso rosso spinte dal calo dei titoli bancari che si è rafforzato. L‘inizio positivo era stato dettato dai titoli difensivi dei produttori di medicinali nell‘attesa i dati sulle vendite delle case in costruzione Usa del pomeriggio.
 Gli analisti intervistati da Reuters prevedono che le vendite di case in costruzione aumentino del 2% rispetto all‘incremento del 3,65% del mese scorso.
 Rimangono positvi solo i farmaceutici il cui stoxx europeo .SXDP sale di circa 1%.
 Scendono invece il settore delle utilities .SX6P, dei trasporti .SXTP e del real estate .SX86P, nonostante Morgan Stanley abbia innalzato oggi il price target di molte delle aziende dello stoxx. 
 Intorno alle 10,25 l‘indice europeo FTSEurofirst perde lo 1,03%. L‘inglese Ftse 100 perde lo 1,3%, il tedesco Dax .GDAXI perde l‘1,41%  e l‘indice francese Cac 40 .FCHI lo 0,8%.
  
 Tra i titoli in evidenza:
  
 * Il settore bancario .SX7P dopo un inizio piatto gira in negativo - cede circa il 2,5% alle 10,30 - tirandosi dietro i listini. Tra i titoli peggiori Allied Irish bank (ALBK.I), Barclays (BARC.L) e Deutsche Bank (DBKGn.DE) oltre il -2%.
  
 * E.ON (EONGn.DE) perde terreno, oltre il 3%, per la minaccia di un gruppo di ambientalisti di spegnere oggi una sua centrale e il downgrade subito da parte di Godman Sachs da “neutral” a “buy”.
  
 * Il settore minerario .SXPP scende spinto dal calo del prezzo del rame di oltre il 2% che penalizza i grandi player con Anglo American (AAL.L), Antofagasta (ANTO.L), BHP Billiton (BLT.L), Eurasian Natural Resources Corporation ENRC.L e Xstrata XTA.L che scendono oltre il 4%.
  * In un mercato ancora decisamente negativo brillano i titoli farmaceutici considerati difensivi tra cui spiccano GlaxoSmithKline (GSK.L), AstraZeneca (AZN.L), Novartis NOVN.VX e Roche ROG.VX che salgono tra lo 0,8% e il 3%, spinti anche dal superamento di test di alcuni nuovi medicinali. 
 * BASF BASF.DE sale del 2,6% sulle voci di un interessamento da parte di compagnie pubbliche cinesi nell‘acquisto di quote del gigante della chimica.
 * Le azioni degli operatori dei media .SXMP in Europa salgono dopo l‘acquisto di Marvel MVL.N da parte di Disney (DIS.N) per quattro miliardi di dollari, la più grande operazione dell‘anno nel campo dei media. Reed Elsevier ELSN.AS, Wolters Kluwer (WLSNc.AS) e Pearson (PSON.L) guadagano fino al 2%.
  
 * Vivendi (VIV.PA) cresce dell‘1,6% dopo risultati migliori delle aspettative nel secondo trimestre.  

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below