16 aprile 2008 / 07:28 / tra 10 anni

Impiegata accusata di aver rubato del denaro a Charlton Heston

LOS ANGELES (Reuters) - Un‘impiegata di un‘azienda di Los Angeles che si occupa di gestire patrimoni è stata accusata di essersi appropriata indebitamente di oltre 700.000 dollari appartenenti ai suoi clienti, tra cui l‘attore Charlton Heston, morto all‘inizio del mese.

<p>Charlton Heston in una foto di archivio. REUTERS/Shannon Stapleton</p>

Sharon Walker, 56 anni, ha contro di sé due accuse di furto di beni di ingente valore per aver falsificato le firme dei suoi clienti per pagare i conti delle sue carte di credito, secondo quanto scritto in una nota dall‘Ufficio del procuratore della contea di Los Angeles.

Walker è stata accusata di aver sottratto circa 50.000 dollari a Heston e a sua moglie Lydia, e di aver rubato 150.000 dollari allo sceneggiatore e produttore Stephen Cannell e a sua moglie Marcia, sempre secondo quanto riferito dall‘ufficio del procuratore.

Se condannata, Walker potrebbe dover scontare fino a 11 anni di carcere.

Heston -- che vinse il premio Oscar nel 1959 come miglior attore per la sua interpretazione in “Ben-Hur” e che ha recitato nei panni di Mosé nel 1956 ne “I dieci comandamenti” -- è morto il 6 aprile a Beverly Hills dopo una lunga battaglia contro il morbo di Alzheimer.

Cannell ha scritto e prodotto spettacoli per la tv come “The Rockford Files” con James Garner negli anni Settanta e “21 Jump Street” con Johnny Depp negli anni Ottanta.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below