2 gennaio 2008 / 13:48 / 10 anni fa

Ecopass a Milano: pochi automobilisti spaesati e nessun ingorgo

di Sara Rossi

<p>Immagine d'archivio di traffico a Milano. PC</p>

MILANO (Reuters) - Pochi e un po’ spaesati gli automobilisti che sono entrati nel cuore di Milano oggi nel giorno del debutto dell‘Ecopass -- il controverso ticket anti-smog che si deve pagare per entrare in centro -- mentre proseguono le difficoltà iniziali in una giornata in cui molti milanesi sono ancora in vacanza fuori città.

“Non ci sono state criticità né ingorghi ai varchi. Funziona tutto”, ha detto oggi il sindaco di Milano Letizia Moratti cercando di tracciare un bilancio delle prime ore dall‘entrata in vigore del provvedimento, durante una conferenza stampa.

Si lamentano invece gli automobilisti e mettono in dubbio la riuscita del provvedimento, in una giornata in cui il traffico non è ancora a pieno regime per via delle festività.

“Purtroppo devo pagare 5 euro per entrare in città con la mia auto... questo provvedimento serve solo al sindaco per mettere da parte un po’ di soldi”, ha detto stamani ai microfoni di SkyTg24 un automobilista diretto in centro.

Secondo quanto riferito dal sindaco Moratti finora sono 3.776 gli abbonamenti Ecopass attivati, mentre dalle 7,30 alle 8,30 di oggi sono entrati nel centro della città 3.425 auto e 941 veicoli merci.

“Secondo me (l‘Ecopass) non funzionerà”, ha detto un altro automobilista che a metà mattina ha superato uno dei varchi per entrare in città.

Il sindaco di Milano ha spiegato che se normalmente sul totale di auto che entrano nella cerchia dei bastioni la percentuale di quelle a basso impatto inquinante, esentate dal ticket, è il 60%, oggi invece il dato è salito all‘80%.

“Queste prime ore danno un risultato positivo visto che l‘obiettivo di Ecopass è di disincentivare i mezzi inquinanti”, ha detto Moratti aggiungendo che il risultato comunque lo si vedrà l‘anno prossimo.

<p>Un'immagine del centro cittadino di Milano nella giornata dell'entrata in vigore dell'Ecopass. REUTERS/ Stefano Rellandini</p>

“E’ stato scelto apposta un periodo tranquillo dal punto di vista del traffico (per introdurre l‘Ecopass). Più liscia di cosi non poteva andare”, ha spiegato a Reuters Edoardo Croci, assessore alla Mobilità Trasporti e Ambiente a Milano, precisando che c’è il 40% in meno di veicoli in circolazione per il periodo semifestivo.

LA SITUAZIONE NELLE ALTRE CITTA’

Anche altre città del resto d‘Italia, tra cui Roma, recentemente hanno inasprito misure per la riduzione dell‘inquinamento atmosferico e per la limitazione del traffico.

Nella capitale dal 10 gennaio tornano le targhe alterne con la circolazione nella Fascia Verde vietata, senza distinzione di numero di targa, a tutte le auto a benzina e diesel ‘euro 0’; alle moto e ai motorini a due tempi ‘euro 0’; alle auto, minicar e mezzi commerciali diesel ‘euro 1’ e anche -- novità 2008 -- ‘euro 2’.

Un provvedimento analogo all‘Ecopass di Milano è gia stato introdotto nell‘ottobre del 2006 a Bologna e permette, pagando un ticket di 15 euro, di entrare in centro città per un massimo di tre volte al mese.

Anche l‘amministrazione di Torino ha deciso recentemente di prendere in considerazione l‘ipotesi di adottare un provvedimento analogo a quello di Milano per limitare smog e traffico in città.

L‘Ecopass, che sarà sperimentato per un anno, consentirà di entrare -- dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 19,30 -- in una zona a traffico limitato delimitata dalla Cerchia dei Bastioni, estesa su 8,2 chilometri quadrati, pari al 4,5% del territorio comunale con un prezzo da 2 a 10 euro al giorno per le vetture più inquinanti, fino all‘esenzione totale per i modelli più ecologici.

Chi non si mette in regola entro il giorno successivo all‘infrazione rischia multe da 70 a 275 euro.

“A fine anno (avremo centrato l‘obiettivo) se avremo dati che mostrano una riduzione del 30% di polveri sottili nell‘aria e del 10% per quanto riguarda il traffico”, ha ribadito oggi il sindaco di Milano.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below