26 marzo 2008 / 11:05 / tra 10 anni

Clima, enorme iceberg si stacca in Antartico

WASHINGTON (Reuters) - Un grosso blocco di ghiaccio del Wilkins Ice Shelf dell‘Antartico ha iniziato a collassare, come dimostrano alcune immagini satellitari.

<p>Le immagini satellitari del Wilkins Ice Shelf antartico REUTERS/Images courtesy NSIDC, NASA, University of Colorado/Handout.</p>

Il grosso iceberg misura 415 km quadrati, secondo le immagini satellitari del centro dati su neve e ghiaccio dell‘università del Colorado.

Il Wilkins Ice Shelf è un‘ampia fascia di ghiaccio che si espande per 13.000 km quadrati ed è localizzata nelle penisola artica a circa 1.600 km a sud del Sud America.

“Blocco dopo blocco si sta staccando e disintegrando nell‘oceano”, dice in un‘intervista telefonica Ted Scambos, scienziato del centro Usa.

“La piattaforma non si sta solo rompendo, con un pezzo che si allontana, ma si sta totalmente frantumando. Non si vede molto spesso questo genere di eventi. Vogliamo capire meglio quali sono le cause che portano alla completa perdita della banchina di ghiaccio”, aggiunge.

Scambos spiega inoltre che una grossa parte della piattaforma ora è sostenuta solo da una sottile fascia di ghiaccio, che potrebbe collassare e andare persa nel giro di pochi anni.

Lo scienziato del British Antarctic Survey, David Vaughan, in una nota spiega che “questa banchina è sospesa a un filo”.

“Possiamo concludere che questo è un risultato del riscaldamento globale”, sottolinea ancora Scambos.

Immagini satellitari mostrano che il collasso è iniziato il 28 febbraio, con un grosso iceberg di 41 km per 2,4 km si è staccato dal fronte sudoccidentale della banchina.

Nella zona è stato inviato un aereo per fotografare la banchina mentre si stava disintegrando, ha aggiunto Scambos, precisando che la banchina di ghiaccio esiste da diverse centinaia di anni, ma che l‘aria calda e l‘esposizione alle onde oceaniche hanno causato la rottura.

Negli ultimi 50 anni, la penisola antartica è stata testimone di un riscaldamento sempre più veloce, secondo gli scienziati.

Con la stagione estiva antartica ormai vicino alla fine, Scambos dice di non aspettarsi per ora ulteriori rotture immediate, ma a gennaio prossimo gli scienziati monitoreranno se ce ne saranno ancora.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below