21 febbraio 2008 / 07:16 / tra 10 anni

Moda, Armani difende Anna Wintour, insieme per "Superheroes"

di Ilaria Polleschi

<p>Lo stilista Giorgio Armani (d) e la direttrice di Vogue America Anna Wintour alla presentazione di "Superheroes: Fashion And Fantasy" a Milano. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

MILANO (Reuters) - Giorgio Armani difende Anna Wintour, la temuta direttrice di Vogue America, e i due saranno insieme sotto la stessa stella per celebrare i supereroi e la moda, in una mostra allestita da maggio al Metropolitan museum di New York.

“Superheroes: fashion and fantasy” racconterà, attraverso 60 abiti di diversi stilisti, le simbologie e le metafore che legano la moda e i personaggi di fantasia dai superpoteri.

E se Anna Wintour ha definito Armani un “superhero of fashion”, lo stilista ha tirato la volata alla riverita firma della stampa Usa, definendola una “donna che ha dato moltissimo alla moda”.

“Ha saputo farla lievitare, ha saputo farla rivivere”, ha detto oggi Armani presentando la mostra. “Voglio spezzare una lancia a suo favore perché in questo periodo è messa sotto torchio e si parla molto di lei”.

“Fa un mestiere difficile, è a capo di un giornale importante come Vogue America (...) Ha una grinta che tutti le riconosciamo e sappiamo che è una promotrice della moda americana”, ha aggiunto.

“Contro la signora Wintour io non ho niente, anche se non sempre condivido le sue scelte estetiche”, ha concluso Armani, dopo che i giornali nei giorni scorsi avevano scritto -- con suo palese disappunto -- che lo stilista era contro il sistema fashion Usa, fomentando una polemica tra Milano e New York.

<p>Lo stilista Giorgio Armani (d) e la direttrice di Vogue America Anna Wintour alla presentazione di "Superheroes: fashion and fantasy" a Milano. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

Armani, che scherzando si è definito “il supereroe massimo” (“non ho altri riferimenti”, ha detto), ha spiegato di aver accettato di buon grado di essere sponsor della mostra, insieme alla casa editrice Condé Nast, per il contrasto tra la sua moda -- considerata sobria e adatta alla vita di tutti i giorni delle donne, seppur ricche -- e il mondo fantastico dei supereroi.

“Mi è sembrato un contrasto molto interessante, geniale e mi ha trovato d‘accordo. Anche l‘allestimento mi pare molto forte, moderno. Ha una scenografia spettacolare senza essere hollywoodiano”.

AD INAUGURARE LA MOSTRA, CLOONEY E JULIA ROBERTS

La mostra, che si concluderà il primo settembre, sarà inaugurata il prossimo 5 maggio con George Clooney e Julia Roberts, per aprire ufficialmente il 7.

In esposizione, ci saranno costumi cinematografici e creazioni di moda ispirate palesemente ai supereroi. Tra le firme presenti, oltre ad Armani, ci saranno Balenciaga (con una lunga giacca di pelle ad evocare quella metallica di Iron man), Dolce&Gabbana, Moschino, Thierry Mugler (con un bustier da motociclista con manubrio e specchietti incorporati), Versace, Jean Paul Gaultier (con una tuta attillata a ricordare Flash).

“Si tratta di soggetti senza tempo”, ha detto in una breve intervista a Reuters la Wintour.

“Tutti abbiamo bisogno di supereroi”, ha aggiunto. “Ed è importante capire come il mondo di queste creature superiori, che salvano il mondo, ha influenzato gli stilisti”.

--ha collaborato Jo Winterbottom

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below