7 aprile 2008 / 12:20 / 10 anni fa

Olimpiadi, Parigi "spegne" la fiaccola tra le proteste

PARIGI (Reuters) - La marcia della torcia olimpica attraverso le strade di Parigi è stata una debacle oggi, con gli organizzatori costretti a trasportare il simbolo dei Giochi su un autobus dopo che manifestanti pro-Tibet hanno provato a impossessarsi della fiamma.

<p>Manifestanti francesi che hanno accolto oggi il passaggio della torcia olimpica con proteste per la repressione cinese in TIbet. REUTERS/Thomas Samson (FRANCE)</p>

Le autorità cinesi hanno condannato come “vile” la campagna organizzata dagli attivisti dei diritti umani per denunciare la repressione cinese in Tibet, assicurando di non avere alcuna intenzione di cambiare il rituale del giro del mondo dei tedofori.

Fin dalla partenza della tappa parigina sotto la Tour Eiffel, la marcia della torcia è stata accompagnata da disordini e proteste: i funzionari di sicurezza l‘hanno spenta almeno due volte durante il passaggio per le strade di Parigi, dove centinaia di dimostranti a favore del Tibet cercavano di bloccarne l‘avanzata.

Già questa mattina la torcia aveva dovuto essere messa su un pullman per essere protetta dalla folla. Successivamente è stata spenta a causa di problemi tecnici, per poi essere riaccesa e nuovamente spenta poco dopo, nonostante i manifestanti sembrassero ben lontani dai tedofori, scortati da poliziotti sui pattini a rotelle.

“Boicottate la merce cinese” e “Salvate il Tibet”, recitavano alcune delle bandiere dei manifestanti, sorvegliati dalla polizia in tenuta anti-sommossa che, secondo un portavoce del movimento Free Tibet, ha arrestato 23 persone durante la giornata.

Gli avvenimenti di oggi hanno ricordato le proteste che hanno accompagnato il passaggio della torcia a Londra ieri.

Le autorità cinesi, imbarazzate per le proteste, hanno anche dovuto cancellato all‘ultimo minuto la tappa al municipio di Parigi dopo lo spiegamento di un manifesto in supporto dei diritti umani sulla facciata dell‘edificio.

Alcuni membri di Reporter senza frontiere si sono incatenati alla Tour Eiffel appendendo al monumento simbolo della capitale francese una bandiera nera con i cerchi olimpici raffigurati come manette.

La Francia ha schierato più di 3.000 poliziotti lungo i 28 km del tragitto parigino della torcia fino allo stadio Charlety.

BOICOTTARE LA CERIMONIA

Negli Stati Uniti, intanto, in serata la candidata democratica alle elezioni presidenziali Hillary Clinton ha chiesto al presidente uscente George W. Bush di boicottare la cerimonia di apertura dei Giochi olimpici di Pechino in caso in cui la Cina non mostri un miglioramento nel suo rispetto per i diritti umani.

“Alla luce dei recenti eventi, credo che il presidente Bush non dovrebbe partecipare alla cerimonia di apertura a Pechino, a meno che il governo cinese non cambi atteggiamento”, ha detto il senatore di New York riferendosi agli scontri in Tibet e alle mancate pressioni della Cina sul Sudan per fermare il genocidio in Darfur.

Bush ha in programma di volare a Pechino per l‘apertura dei Giochi estivi in agosto e, fino ad oggi, ha rifiutato di cambiare i suoi piani.

Clinton ha unito la sua voce a quella del presidente del Congresso Nancy Pelosi nel chiedere a Bush un atto dimostrativo nei confronti di Pechino.

La prossima tappa della torcia sarà a San Francisco, dove si teme che possano avvenire altri scontri con gruppi di attivisti dei diritti umani.

L‘opinione pubblica cinese sembra appoggiare la linea ufficiale del governo che accusa il Dalai Lama di aver orchestrato la protesta per rovinare le Olimpiadi nel tentativo di ottenere l‘indipendenza del Tibet da Pechino.

Il capo spirituale dei tibetani, da anni in esilio in India, nega le accuse sostenendo di volere aprire un dialogo con le autorità cinesi solo per cercare una soluzione che accordi a Lasha una maggiore autonomia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below