5 febbraio 2008 / 09:29 / tra 10 anni

Cina libera giornalista di Hong Kong in vista delle Olimpiadi

<p>Un uomo manifesta contro la condanna di Ching Cheong davanti ad uffici cinesi a Hong Kong nel settembre 2006. REUTERS/Paul Yeung (HONG KONG)</p>

HONG KONG (Reuters) - La Cina ha scarcerato un giornalista di Hong Kong che lavora per un quotidiano di Singapore condannato a cinque anni di carcere con l‘accusa di essere una spia al soldo di Taiwan, dopo forti pressioni di attivisti e politici che chiedevano la sua liberazione in vista delle Olimpiadi di Pechino.

Ching Cheong, le cui condizioni di salute sono gravi dal momento in cui è stato arrestato, è stato liberato alla vigilia dei festeggiamenti per il Capodanno cinese -- la festività più importante del calendario cinese -- e dovrebbe rientrare oggi a Hong Kong, secondo quanto riferito da un funzionario.

“Abbiamo informato la famiglia di Ching Cheong del suo rilascio”, ha detto a Reuters Susana Kwong, alto funzionario all‘ufficio del presidente precisando che al momento le condizioni del rilascio non sono ancora chiare.

Ching, un giornalista dello Straits Times di Singapore, è stato incarcerato nell‘aprile del 2005 e più tardi condannato a cinque anni di carcere in un caso che sottolinea le reticenze del Paese di fronte ai media e alle manifestazioni di dissenso.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below