12 maggio 2010 / 10:09 / 7 anni fa

"Robin Hood" apre Festival Cannes, pochi i film Usa

<p>L'attrice australiana Cate Blanchett in foto d'archivio. REUTERS/Mario Anzuoni</p>

di Mike Collett-White

CANNES, Francia (Reuters) - Il film d‘avventura e azione “Robin Hood” aprirà oggi l‘edizione 2010 del Festival del Cinema di Cannes, dando così il via a 11 giorni di proiezioni in Costa Azzurra.

Le star del grande schermo Russell Crowe e Cate Blanchett, che interpretano Robin e Marion nel film di Ridley Scott sulla leggenda inglese, saranno sul tappeto rosso per il galà della serata di apertura.

Il blockbuster hollywoodiano è comunque uno dei pochi film statunitensi presenti quest‘anno al festival, segno di un clima di economie che hanno privato Cannes di una parte almeno del suo “star power”.

“Forse la principale ragione è la crisi (finanziaria), dato che il cinema è un‘industria... che richiede un sacco di denaro”, ha detto a Reuters Thierry Fremaux, il direttore del festival.

“Come sappiamo bene tutti, dovunque nel mondo il denaro non è così semplice da trovare e specialmente per farci un film. Ma penso che sia anche una coincidenza. Forse l‘anno prossimo avremo tre, quattro, cinque film americani”.

Il solo titolo Usa in una sezione, quella dei 19 film concorsi, composta da soli registi maschi, è “Fair Game” di Doug Liman, con Naomi Watts nei panni di Valerie Plame, l‘agente Cia “bruciata” nel 2003, e Sean Penn nel ruolo del marito Joseph Wilson.

Oliver Stone e Woody Allen portano i loro ultimi film al festival, ma fuori competizione.

Il cinema asiatico invece è fortemente presente a Cannes, che è orgoglioso del suo ruolo di promozione di nuovi talenti e di lancio di film a basso costo realizzati da oscuri registi.

L‘Asia è dunque rappresentata da film provenienti da Thailandia, Giappone, Cina e Corea del Sud, che ha ben due pellicole: “Poetry” di Lee Chang-dong “Poetry” e “The Housemaid” di Im Sangsoo.

PULIZIE DELL‘ULTIMO MINUTO

Dopo che la scorsa settimana sulla cittadina si è abbattuta una tempesta fuori stagione, sono scattate le pulizie dell‘ultimo minuto, e il cielo coperto di questi giorni suggerisce che la serata d‘apertura possa essere bagnata.

Giganteschi poster pubblicitari cinematografici e di prodotti di moda affollano la Croisette, gli hotel sono pieni di migliaia tra attori, giornalisti e dirigenti d‘azienda e nella baia yacht scintillanti attendono di essere noleggiati.

Il film di Stone, “Wall Street: Money Never Sleeps”, nel quale Michael Douglas riprende il suo personaggio del 1987, l‘implacabile speculatore di borsa Gordon Gekko, sarà tra i film più d‘attualità del festival, parlando di corruzione e di avidità delle più grandi banche del mondo.

L‘ultimo film di Allen si intitola “You Will Meet a Tall Dark Stranger”, mentre Mick Jagger dei Rolling Stones dovrebbe comparire a Cannes per promuovere il documentario “Stones in Exile”, dedicato alla registrazione dell‘album del 1972 “Exile on Main Street”.

Tra i titoli più attesi di questa edizione del festival ci sono “Fair Game” e “Burnt by the Sun 2”, il sequel del film di Nikita Mikhalkov sul terrore stalinista.

Film last-minute a Cannes, “Biutiful” del messicano Alejandro Gonzalez Inarritu, con il premio Oscar Javier Bardem, e “Route Irish” del britannico Ken Loach .

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below