29 aprile 2010 / 10:11 / tra 8 anni

Champions, Guardiola sferza il Barca dopo sconfitta con Inter

MILANO (Reuters) - Pep Guardiola, allenatore del Barcellona, ha schierato una squadra dall‘assetto fortemente offensivo ma non è riuscito a rimontare la partita dell‘andata del 20 aprile a San Siro, ottenendo un 1 a 0 che significa eliminazione dalla Champions League. Adesso ha solo 72 ore per rianimare una squadra scarica in vista delle ultime quattro partite di Liga.

<p>Pep Guardiola, allenatore del Barcellona, in foto d'archivio. REUTERS/Albert Gea</p>

“I giocatori sono abbattuti e tristi ma ci dobbiamo riprendere. Sabato abbiamo la Liga e dobbiamo andare là per vincere”, ha detto dopo l‘eliminazione di ieri dalla Champions League.

Domenica il Barcellona, campione di Spagna uscente, incontrerà alle 22 ore italiane il Villareal e dovrà vincere per mantenere il vantaggio di un punto sul Real Madrid.

“Abbiamo buone possibilità di vincere la Liga.... Lo spogliatoio pensa che ci si possa riuscire. Un punto non è una grande differenza e siamo fiduciosi, possiamo superare il Barca se vinciamo tutte le partite”, ha detto ai giornalisti Kaka, centrocampista del Real Madrid.

CHAMPIONS LEAGUE

Guardiola, commentando la partita di ieri, ha detto che le difficoltà di Lionel Messi e compagni è stata causata anche dall‘espulsione al 28esimo minuto di Thiago Motta.

“L‘espulsione ha cambiato il gioco perché sono rimasti indietro e attaccare era sempre più difficile che difendere”, ha detto il 39enne, ex giocatore blaugrana.

“C’è mancata la continuità di gioco. Abbiamo avuto un alto possesso di palla ma non siamo riusciti a creare molte opportunità”, ha aggiunto il catalano, nato a Santpedor.

“E’ la sconfitta più bella della mia vita ... e questa squadra meritava di pareggiare 0 a 0”, ha invece detto ieri Jose Mourinho, riferendosi alla partita persa ieri.

“Si aspettavano di vincere, hanno avuto una sorpresa enorme a San Siro”, ha aggiunto l‘allenatore dell‘Inter dopo la partita, commentando anche la vittoria a Milano del 20 aprile per 3 a 1.

E adesso, per l‘Inter, la finale di Champions contro il Bayern del 22 maggio al Bernabeu di Madrid, la corsa per lo scudetto e per la Coppa Italia.

Riferendosi al Bayern, Mourinho ha espresso rispetto per la squadra e per l‘allenatore: “il Bayern è un grande club con un grande allenatore”.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below