26 aprile 2010 / 16:05 / 8 anni fa

Expo 2015, presentato Masterplan ecosostenible e "light touch"

di Silvia Molteni

<p>Un'immagine virtuale del progetto. REUTERS/HO</p>

MILANO (Reuters) - Ecosostenibile, democratica, “light touch” e “monumentale”, ma in modo poetico e naturale.

Così è stata tratteggiata oggi l‘Expo 2015 nel corso della presentazione del Masterplan 2010 del sito espositivo, organizzato sul tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” in un‘area di 110 ettari in prossimità del polo fieristico di Rho-Pero.

All‘evento al teatro Strehler, che si è tenuto qualche giorno dopo la consegna del dossier di registrazione al Bureau International des Expositions, accompagnato dalla lettera di garanzia sui finanziamenti necessari a firma dal premier Silvio Berlusconi, hanno partecipato le istituzioni locali -- il sindaco di Milano Letizia Moratti, il presidente della Provincia Guido Podestà e quello della Regione Roberto Formigoni --, rappresentanti del governo -- i ministri del Turismo Michela Vittoria Brambilla e della Difesa Ignazio La Russa e i viceministri allo Sviluppo Economico Paolo Romani e alle Infrastrutture Roberto Castelli -- e l‘AD di Expo 2015 Lucio Stanca.

Secondo quest‘ultimo, il progetto presentato è “di grande modernità, di grande innovazione e di grande attrazione, e ora va riempito di contenuti”. Stanca ha spiegato che sono previsti 20 milioni di visitatori, il 30% dei quali stranieri.

CARDO E DECUMANO

Il sito espositivo, a pochi chilometri dal centro di Milano in un‘area ricca di infrastrutture, è modellato come un‘isola circondata da un canale d‘acqua, e strutturata intorno a due assi perpendicolari: la World Avenue e il Cardo della città romana.

La prima -- un percorso pedonale ampio 35 metri e lungo un chilometro e mezzo -- sarà composta dalle architetture e dagli spazi immaginati da ciascuno dei 130 Paesi partecipanti, che “democraticamente” avranno tutti la possibilità di dare un contributo al tema.

Perpendicolarmente alla World Avenue si svilupperà il Cardo, il secondo asse strutturante del Masterplan composto dai lotti assegnati all‘Italia, alle sue regioni, città e province.

Il punto di unione dei due assi, una grande piazza di oltre 4.000 mq, sarà il centro virtuale dell‘intero sito e costituirà il luogo in cui il mondo e Italia simbolicamente si incontreranno.

“Questa è un‘Expo ‘light touch’, con la mano leggera, e dopo qualche mese sparirà”, ha detto nel corso della presentazione l‘architetto Richard Burdett -- che ha supervisionato il progetto insieme a Stefano Boeri e Jaques Herzog --, spiegando che gli edifici saranno progettati per essere smontati, riutilizzati o riciclati, e non c’è quindi il rischio che la manifestazione lasci dietro di sé “cattedrali nel deserto”.

“Sarà perseguita la massima efficienza energetica, dalla riduzione dei rifiuti non riciclabili, all‘alta percentuale di raccolta differenziata per il riciclo, alla valorizzazione energetica, dalla riduzione dei consumi, all‘utilizzo dell‘acqua di falda, all‘energia elettrica verde e autoprodotta all‘interno del sito”, spiega una nota illustrativa del progetto.

Secondo Herzog, intervenuto con una testimonianza registrata, ci si allontana “dallo schema delle esposizioni mondiali”, con una Expo “monumentale ma in modo poetico, usando la natura”.

TEMPI E RISORSE

Formigoni ha ribadito che “la costruzione di Expo sta procedendo nei tempi prefissati e con i passi concreti che via via vengono realizzati”, e ha garantito entro una decina di giorni un piano operativo dalla Regione.

Secondo Castelli, gli investimenti per le infrastrutture sono quasi interamente disponibili. “I soldi ci sono al 95%. Credo che questo sia un risultato straordinario, stiamo parlando di più di 11 miliardi di investimenti... Nei prossimi mesi vedremo di portare a casa anche l‘ultimo 5%”, ha detto il viceministro a margine della presentazione.

Castelli non ha però escluso il ricorso al commissariamento per la realizzazione delle nuove linee della metropolitana milanese M4 e M5, per le quali “i tempi sono molto stretti e non abbiamo più nemmeno un giorno da perdere”.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below