22 aprile 2010 / 19:51 / tra 8 anni

Chimica oceani cambia a ritmo "senza precedenti"

di Deborah Zabarenko

<p>Foto d'archivio dell'oceano (Montevideo) REUTERS/Andres Stapff</p>

WASHINGTON (Reuters) - Le emissioni di anidride carbonica che contribuiscono al riscaldamento globale stanno anche rendendo più acide le acque oceaniche alla velocità più alta mai registrata in centinaia di migliaia di anni: lo ha annunciato oggi il Consiglio Nazionale delle Ricerche statunitense.

“La chimica dell‘oceano sta cambiando a un ritmo e a una grandezza senza precedenti a causa delle emissioni antropiche di biossido di carbonio”, ha detto il Consiglio. “Il tasso di cambiamento supera qualsiasi altro noto almeno nel corso delle passate centinaia di migliaia di anni”.

L‘acidificazione dell‘oceano erode le barriere coralline, interferisce con la capacità di alcune specie ittiche di trovare le proprie tane e può danneggiare l‘allevamento commerciale di crostacei, impedendogli di formare i loro gusci.

Gli oceani assorbono circa un terzo di tutte le emissioni di anidride carbonica prodotte dall‘uomo, tra cui quelle dovute alla combustione dei carburanti fossili, alla produzione di cemento e alla deforestazione, dice il rapporto.

L‘aumento dell‘acidità è di 0,1 punti sulla scala pH, che ne conta 14, il che significa che l‘indicatore si è spostato più dall‘inizio della Rivoluzione industriale a oggi che negli ultimi 800mila anni, dice ancora lo studio.

Il rapporto raccomanda di istituire una rete di osservazione per monitorare gli orari sul lungo periodo.

“Una rete globale di osservazioni chimiche e biologiche intense ed elevate sarà necessaria per stabilire una linea di base e individuare e prevedere cambiamenti attribuibili all‘acidificazione”, dice il rapporto.

OCEANI ACIDI E “AVATAR”

Gli scienziati stanno studiando questo fenomeno crescente da anni, ma l‘acidificazione degli oceani è di solito una priorità minore nelle discussioni internazionali e negli Stati Uniti sul cambiamento climatico.

Un nuovo compromesso al Senato Usa sulla limitazione delle emissioni di CO2 dovrebbe essere presentato lunedì prossimo, il 26 aprile.

L‘acidificazione degli oceani è stata un momento centrale in un‘audizione al Congresso che si è tenuta oggi, nel 40esimo anniversario dell‘Earth Day (La giornata della Terra) negli Usa.

“Questo aumento nell‘acidificazione minaccia di decimare intere specie, tra cui quelle che sono a fondamento della catena alimentare marina”, ha detto il senatore democratico Frank Lautenberg alla commissione Commercio. “Se avviene, le conseguenze sono devastanti”.

Lautenberg ha detto che in New Jersey, le attività commerciali sulla costa atlantica generano 50 miliardi di dollari l‘anno e rappresentano un sesto dei posti di lavoro nello stato.

Sigourney Weaver, una delle protagoniste del kolossal ambientalista “Avatar” e voce narrante del documentario “Acid Test” sull‘acidificazione degli oceani, ha testimoniato sui pericoli del fenomeno, e ha detto che le persone sembrano ora più coscienti del problema rispetto a dieci anni fa.

“Penso che l‘evidenza scientifica sia così innegabile e facile da capire... che ne abbiamo già discusso per troppo tempo”, ha detto al telefono dopo la sua audizione. “Ora è il tempo di passare all‘azione”.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below