21 dicembre 2009 / 09:54 / tra 8 anni

Maltempo, treni in ritardo, intensa nevicata a Milano

MILANO (Reuters) - Disagi sempre più pesanti nel Nord e Centro Italia, con nuove intense nevicate e temperature polari, e rischio di chiusura di aeroporti in Lombardia.

<p>Gondole coperte dalla neve a Venezia, 19 dicembre 2009. REUTERS/Manuel Silvestri</p>

Dopo i forti ritardi e la cancellazione del 10% dei treni in viaggio ieri -- circa 700 sui 7.000 programmati, a causa del gelo -- le Ferrovie dello Stato hanno annunciato che anche in questi giorni proseguiranno le riprogrammazioni dell‘orario e le riduzioni della velocità, oltre ad una serie di “selezionate soppressioni, variazioni o limitazioni di percorso e di stazioni”, per garantire la sicurezza e la più alta regolarità possibile.

Previste cancellazioni di servizi regionali in particolare in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, con criticità particolari in Friuli Venezia Giulia, a causa dell‘eccezionale severità delle condizioni meteo.

Per quanto riguarda il traffico autostradale, informa una nota di Autostrade per l‘Italia, le nevicate interessano circa 1.000 km di autostrade che sono sempre percorribili, grazie al piano operativo della società. Mentre nell‘area milanese, “in concomitanza con l‘intensificarsi del traffico pendolare, si registrano rallentamenti a causa della mancata ricezione del traffico in uscita dall‘autostrada da parte della viabilità ordinaria”.

Disagi negli aeroporti, presso gli scali di Malpensa e Linate, informa la Protezione Civile, sono segnalati ritardi e cancellazioni a causa del maltempo. Mentre l‘aeroporto bergamasco di Orio al Serio “sta effettuando verifiche e valutando l‘opportunità di chiudere lo scalo”.

PER MILANO INVITO A NON USARE L‘AUTO

La Protezione civile spiega che nelle Marche, in Lombardia, Toscana ed Emilia Romagna, alcuni tratti stradali e ferroviari sono rimasti bloccati o chiusi per il ghiaccio, mentre si sono riscontrate difficoltà in alcune province del Piemonte e della Toscana per l‘erogazione dell’ acqua potabile e dell‘energia elettrica.

A Milano, dove è iniziato a nevicare intensamente intorno alle 14:30 e per la serata sono attesi fino a 20 cm di neve, il vice sindaco Riccardo De Corato ha invitato tutti a non usare le auto e privilegiare i mezzi pubblici.

Il piano d‘azione del comune meneghino, attivo da oggi a mercoledì, prevede tra le altre cose il presidio del territorio da parte dei volontari della Protezione civile, dell‘Amsa e della polizia locale. Inoltre sono previsti otto treni della metropolitana in più, in grado di trasportare 10.000 passeggeri in più all‘ora.

Sono state emesse ordinanze di chiusura anche per le scuole delle Province di Bergamo, Como, Cremona, Lecco, Monza e Brianza, Pavia, Varese a partire da domani, dice la Regione.

Sull‘intera rete autostradale regionale, intanto, sono all‘opera mezzi spargisale; segnalati fortissimi rallentamenti sul sistema delle tangenziali milanesi. Presso gli aeroporti di Malpensa e Linate segnalati ritardi e cancellazioni a causa del maltempo. L‘aeroporto di Orio al Serio sta effettuando verifiche e valutando l‘opportunità di chiudere lo scalo, dice il bollettino della Regione.

MALTEMPO ALMENO FINO A MERCOLEDI

Per domani e mercoledì dice la Protezione Civile, è previsto ancora maltempo al Centro Sud, in particolar modo sulle regioni del versante tirrenico, ma con temperature più vicini alle tradizionali medie del periodo.

Si prevedono ancora per le prossime 24-36 ore nevicate fino a quote di pianura su Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Sulle stesse regioni si potranno verificare estese gelate.

“Si avranno contemporaneamente precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio forte, sulle regioni centro-settentrionali, più marcatamente sul versante tirrenico. Venti forti dai quadranti meridionali interesseranno poi tutte le regioni centro-meridionali comprese le isole maggiori, ai venti saranno associate mareggiate sulle coste esposte”, dice una nota.

Per quanti dovranno, nelle prossime ore, mettersi in viaggio nelle aree interessate dalle nevicate si consiglia di continuare ad informarsi attraverso i consueti canali dedicati (Isoradio, notiziari del CCISS, siti web e call center degli esercenti dei servizi di trasporto) sulla percorribilità dell‘itinerario che si intende seguire e sulla disponibilità effettiva dei collegamenti con vettori diversi dall‘automobile.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below