19 novembre 2009 / 11:02 / 8 anni fa

Italiani all'estero, rapporto: tanti quanti immigrati in Italia

ROMA (Reuters) - Il numero degli italiani residenti all‘estero è all‘incirca pari a quello dei cittadini stranieri residenti in Italia, anche se questo equilibrio è destinato a rompersi negli anni perchè gli immigrati in Italia crescono ad un ritmo maggiore. E’ quanto emerge dalla quarta edizione del “Rapporto Italiani nel Mondo”, presentato questa mattina a Roma dalla Fondazione Migrantes.

<p>Il numero degli italiani residenti all'estero &egrave; all'incirca pari a quello dei cittadini stranieri residenti in Italia, anche se questo equilibrio &egrave; destinato a rompersi negli anni perch&egrave; gli immigrati in Italia crescono ad un ritmo maggiore. E' quanto emerge dalla quarta edizione del "Rapporto Italiani nel Mondo", presentato questa mattina a Roma dalla Fondazione Migrantes. REUTERS/Antonio Parrinello</p>

Gli italiani all‘estero sono 3.915.767, un numero in crescita rispetto al 2008 (3.734.428) sia per le partenze dall‘Italia sia, e soprattutto, per crescita interna delle collettività (figli di italiani o persone che acquistano la cittadinanza per discendenza italiana). I cittadini stranieri residenti in Italia, invece, sono oggi 3.891.295.

Tra gli italiani che risiedono all‘estero il 47,6% sono donne (1.864.120), mentre i continenti più rappresentati sono l‘Europa, dove vive il 55,8% degli italiani emigrati, l‘America (38,8%) e l‘Oceania (3,2%). I primi tre paesi sono Germania, Argentina e Svizzera, con gli Usa solo settimi, dietro anche a Francia, Brasile e Belgio.

Il 54,8% degli italiani all‘estero è di origine meridionale, con oltre un milione e 400 mila rappresentanti del Sud e quasi 800 milioni delle Isole.

La graduatoria delle città di partenza, però, vede al comando Roma, con 263.210 cittadini, seguita da Agrigento, Cosenza, Salerno e Napoli.

La prima città del Nord è Milano, al decimo posto.

Gli italiani che emigrano oggi sono meno numerosi rispetto al passato (circa 40 mila l‘anno), ma con una preparazione più elevata e per questo si parla di salasso di laureati. Questo flusso, tra l‘altro, riguarda tanto il Nord quanto il Sud.

Gli universitari italiani iscritti all‘estero sono stati 41.354 nel 2007, includendovi sia i figli degli emigrati sia quelli partiti dall‘Italia proprio per motivi di studio. Il primo paese d‘accoglienza è stata la Germania, con 7.457 studenti, seguita da Austria e Gran Bretagna, a pari merito a quota 6.000, e da Francia e Svizzera (3.000).

ORIUNDI E LINGUA

La collettività di origine italiana emigrata all‘estero ammonta a 60 milioni, secondo una stima del Ministero degli Affari Esteri del 2000, ed è presente prevalentemente in America Latina, dove risiede il 68%. Il 28% si trova in Nord America, il 3,5% in Europa e lo 0,5% in Australia.

Secondo un censimento degli italiani all‘estero effettuato dall‘Istat nel 2003, 1,5 milioni hanno la doppia cittadinanza, mentre 2.250 mila sono nati fuori dal territorio nazionale, emblema di una grande crescita delle seconde generazioni.

I cittadini che possiedono doppia cittadinanza sono presenti in numero piuttosto elevato soprattutto in America del Sud. Questa condizione, infatti, riguarda il 60% di coloro che vivono in Argentina e addirittura l‘80% di quelli che si trovano in Brasile.

Per quanto riguarda la lingua, invece, secondo l‘indagine “Italiano 2000” la lingua prevalente tra gli italiani all‘estero è quella del paese ospitante (73,6%), senza però che sia dimenticato l‘italiano (50,5%) né tantomeno il dialetto (58,2%).

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below