28 settembre 2009 / 11:40 / tra 8 anni

Olimpiadi, Obama sarà a Copenaghen per candidatura Chicago

di Paul Radford

<p>Il presidente Usa Barack Obama. REUTERS/Yuri Gripas</p>

COPENHAGEN (Reuters) - Il presidente Usa Barack Obama volerà a Copenhagen venerdì per dare supporto alla candidatura di Chicago a ospitare le Olimpiadi estive del 2016.

Lo ha riferito una fonte autorevole del movimento olimpico, e lo ha confermato un funzionario della Casa Bianca.

La partecipazione di Obama, la prima per un presidente americano in carica ad una sessione olimpica, potrebbe giocare un ruolo fondamentale nella votazione dei membri del Comitato olimpico internazionale (Cio), che dovranno scegliere tra Chicago, Madrid, Rio de Janeiro e Tokyo.

Ogni città farà una presentazione venerdì nella capitale danese di fronte al Cio, i cui 115 membri voteranno il giorno stesso per esprimere la propria preferenza.

La contesa è stata definita dagli esperti delle olimpiadi come una delle più serrate di sempre, senza nessun candidato in netto vantaggio.

Il vincitore non otterrà soltanto la possibilità di ospitare i Giochi, ma anche enorme prestigio, migliori relazioni pubbliche e potenziali benefici economici e di sviluppo.

La first lady Michelle Obama farà parte della delegazione di Chicago a Copenhagen a sostegno della città del Vento.

Il presidente arriverà a Copenhagen la mattina della votazione e si recherà direttamente dall‘aeroporto con una scorta di 24 auto al Bella Convention Centre, dove presenzierà con la moglie alla sessione del Cio.

“Il presidente Obama e la first lady Michelle Obama simboleggiano la speranza, la possibilità e l‘ispirazione che rendono grande Chicago, e siamo onorati di avere due dei più importanti residenti della nostra città alla guida della nostra delegazione a Copenhagen”, ha detto il sindaco di Chicago Richard M. Daley in una nota.

“Chi meglio del presidente e della First Lady potrebbe comunicare ai membri del Comitato olimpico internazionale l‘impegno e l‘entusiasmo di Chicago per il Movimento olimpico e paraolimpico?”

Anche le altre tre città in corsa porteranno i loro più autorevoli rappresentanti.

Il presidente brasiliano Luis Inacio Lula da Silva farà parte della delegazione di Rio team, il re Juan Carlos di Spagna sosterrà Madrid e il neo eletto primo ministro giapponese Yukio Hatoyama appoggerà Tokyo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below