22 settembre 2009 / 11:28 / tra 8 anni

Moda, Londra si affida ai colori per combattere la crisi

<p>Una modella sfila con indosso una creazione della collezione primavera/estate di House of Holland nell'ambito della London Fashion Week. REUTERS/Stefan Wermuth (BRITAIN FASHION)</p>

LONDRA (Reuters) - Fucsia, arancione, verde e altri colori vivaci hanno ravvivato le collezioni della settimana della moda di Londra, dove è risultato evidente il tentativo degli stilisti di esorcizzare la recessione, rendendo la moda di nuovo divertente per donne il cui umore è stato messo a dura prova dalla crisi.

Corti i vestiti oppure strutturati e svolazzanti, con esplosioni di porpora e giallo elettrico, mentre le giacche hanno mantenuto le spalle squadrate come nelle sfilate delle collezioni primavera-estate 2010.

“In questo momento, siamo tutti alla ricerca del colore, penso che in realtà siamo alla ricerca di ottimismo, più forma, meno fronzoli”, ha detto alla Reuters la direttrice di Vogue, Anna Wintour .

Paul Smith ha disegnato abiti accesi color arcobaleno, ispirati al Congo, mentre Nicole Farhi ha proposto abiti da cocktail verdi e arancioni, ed uno giallo tagliato sul davanti. Lei stessa indossava un copriabito bianco senza maniche e a vita stretta.

“MI sono divertita molto con i colori” , ha raccontato la stilista dopo la sfilata. “Non mi prendo mai troppo sul serio anche se lavoro seriamente”, ha continuato.

Luella Bartley ha cucito gonne a tulipano celesti, gialle e rosa, per le quali ha tratto ispirazione dalle copertine dei dischi anni ‘80, come reazione alla collezione autunnale dominate da tinte scure.

“A un certo punto queste uniformi tutte nere e aderenti ti vengono a noia”, ha detto mentre salutava gli ospiti nel backstage. “Volevo solo proporre qualcosa che risaltasse davvero”.

Il palazzo Tudor di Hampton Court con i suoi fiori ha ispirato Vivienne Westwood, mentre Julien Macdonald ha presentato una collezione disegnata dopo un viaggio per fare scuba diving, usando come sfondo il classico giardino della campagna inglese.

Per dare l‘idea di vestiti “scuba chic”, secondo la sua definizione, Macdonald ha fatto sfilare le sue modelle in leggings, minigonne, giacche corte con spalle larghe e lunghi abiti trasparenti.

“Penso che le donne vogliano essere eccitate di nuovo”, ha detto il disegnatore Garance Dore, che cura anche un blog. “Noi stiamo aspettando una collezione matta che ci faccia sognare di nuovo”.

TAGLIA

I vestiti hanno dominato molte collezioni e capi tagliati, che rivelavano pancia, schiena e spalle, sono stati proposti da molti stilisti.

Matthew Williamson, originario di Manchester, ha proposto voluminosi abiti da sera, insieme ad abitini che lasciano scoperto il bacino, in verde e blu come un quadro impressionista.

“Molti degli stilisti londinesi si stanno orientando verso capi più lunghi”, ha detto Lisa Armstrong, specialista di moda per il Times. “A New York era quasi tutto corto”

Bartley aveva un abito bianco e giallo con un taglio a forma di cuore nel corpetto, mentre la Aquascutum ha proposto trench spiegazzati e abiti lunghi in grigio scuro e giallo mostarda.

Gli australiani Sass & Bide, di nuovo a Londra dopo un‘assenza di otto anni, di ritorno da un viaggio in Argentina hanno inventato pantaloncini da gaucho luccicanti e un vestito da sera lungo fino al pavimento con la schiena scoperta, allacciato con una catenina e una perlina d‘oro.

“C’è un netto passaggio dall‘aderente al voluminoso”, ha detto Hilary Alexander, la giornalista che scrive segue la moda per il Daily Telegraph. “Ciò a cui abbiamo assistito è un ritorno al balconcino, come ha fatto Gautier con Madonna”.

I colori preferiti da Jaeger erano il nero e il marrone ma a questi ha aggiunto l‘azzurro cielo e il rosa. I modelli risultavano abbondanti con cardigan a trama spessa,shorts a vita alta e pantaloni arabeggianti.

“Sono cuciti su misura ma in modo più sottile e meno strutturato”, spiega Stuart Stockdale, direttore della maison.

Alla House of Holland le modelle hanno sfilato passando accanto agli spettatori indossando giacchini Denim.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below