4 settembre 2009 / 18:04 / tra 8 anni

Brogli a test Medicina, due denunciati alla Sapienza di Roma

ROMA (Reuters) - Si sostituiva ai candidati, alterando i propri documenti, per sostenere quiz e prove d‘esame universitarie dietro un compenso di 3.000 euro, salvo esito positivo.

Con questa accusa è stato denunciato oggi dalla polizia, che ne dà notizia, un giovane siciliano, colto in flagrante durante alcuni controlli avvenuti oggi nel corso dei test di ammissione alla facoltà di Medicina dell‘Università la Sapienza di Roma.

Durante i servizi che la questura dispone quotidianamente all‘interno dell‘università, si legge in una nota, agenti in borghese si sono accorti che il candidato, dopo aver esibito un documento sul quale risultava chiamarsi V.G., aveva apposto sul verbale della commissione un firma diversa da quella riportata sulla carta d‘identità presentata.

A seguito di rapide indagini, il documento è risultato contraffatto e il giovane, condotto in commissariato, ha confessato di essersi più volte “sostituito” ad altri candidati per eseguire al loro posto i test, con un costo dell‘operazione di 3.000 euro, ad ammissione ottenuta.

Ma questa volta gli è andata male. Oltre a lui -- M.N. -- è stato denunciato dalla polizia, dopo essere stato rintracciato, anche il “vero” V.G.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below