8 luglio 2009 / 08:28 / tra 8 anni

El Nino, secondo l'Australia si sta intensificando

di Michael Perry

<p>Immagine satellitare della Terra mostra il formarsi del fenomeno meteorologico del Nino. REUTERS/NASA/Handout (UNITED STATES). FOR EDITORIAL USE ONLY. NOT FOR SALE FOR MARKETING OR ADVERTISING CAMPAIGNS.</p>

SYDNEY (Reuters) - Il fenomeno meteorologico El Nino si sta intensificando e, a questo punto, potrebbe diventare un evento di medio livello, anche se potrebbero volerci mesi per poterlo dichiarare ufficialmente. Lo ha confermato il servizio meteorologico australiano.

“Il caldo sta arrivando abbastanza rapidamente. I modelli suggeriscono che il fenomeno possa essere regionevolmente caldo”, ha detto Andrew Watkins del servizio meteorologico australiano, che ha pubblicato oggi l‘ultimo rapporto su El Nino.

“Non sembra essere un fenomeno debole, ma neanche qualcosa che raggiunga i livelli del 1997/1998”, ha detto Watkins.

L‘ultimo El Nino di forte intensità si è verificato nel 1998, proprio durante la crisi economica asiatica, e ha provocato la morte di oltre 2.000 persone, oltre a danni per miliardi di dollari a raccolti, infrastrutture e altri settori in Australia e Asia.

L‘India, uno dei maggiori produttori e consumatori di prodotti che vanno dallo zucchero ai semi di soia, sta già vivendo la stagione dei monsoni, seppur di modesta intensità. Il suo poco positivo raccolto di zucchero costituisce la principale ragione del rialzo dei prezzi, giunti ai massimi livelli degli ultimi tre anni.

El Nino costituisce un fattore di rischio anche per la produzione di grano in Australia, per quella di olio di palma in Indonesia e Malesia e per quella di gomma in Tailandia, Malesia e Indonesia. Le produzioni di olio di palma e di gomma hanno già subito un contraccolpo negativo, quest‘anno, per via delle avverse condizioni climatiche.

“Le condizioni hanno raggiunto un punto tale che, se dovessero continuare a questo livello per il resto dell‘inverno nel sud e della primavera, il 2009 sarà considerato l‘anno di El Nino”, si legge sul rapporto del bureau australiano, un rapporto che si intitola “Strong indicators of El Nino persist”.

Il servizio meteorologico ha già annunciato che “sono poche le possibilità che lo sviluppo di El Nino si arresti o regredisca”.

La perturbazione del 2009 si sta intensificando proprio mentre il mondo sta cercando di uscire dalla peggiore crisi economica dalla Grande Depressione del 1929.

El Nino,che in spagnolo significa “Il ragazzino”, si verifica con condizioni di caldo anormale nel Pacifico orientale, sconvolgendo gli schemi meteorologici della regione Asia-Pacifico e provocando condizioni del tempo estreme.

Può provocare siccità in alcune parti di Australia e Asia e piogge più frequenti del solito in alcune parti del Sud America.

“La maggior parte degli indicatori mostra che El Nino si sta sviluppando nel Pacifico. Non direi che sta accelerando, ma si sta sicuramente intensificando”, ha detto Watkins a Reuters.

“Le temperature degli oceani e della superficie marina, se si guardano contemporaneamente e se uno arrivasse dalla Luna, sembrano proprio indicare che si tratti di El Nino”.

“Credo finiremo con l‘annunciare che siamo alle prese con El Nino, ma bisogna essere cauti, perché questo tipo di fenomeno ha, solitamente, una durata maggiore”, ha concluso l‘esponente del servizio meteo australiano.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below