25 maggio 2009 / 15:51 / 8 anni fa

Musica, a Milano concerti sulle guglie del Duomo da giugno

<p>Il duomo di Milano REUTERS/Stringer</p>

MILANO (Reuters) - Un evento musicale senza precedenti tra le guglie del Duomo di Milano, con concerti di musica sacra per contribuire, “al restauro architettonico e alla manutenzione della cattedrale, promuovendo contemporaneamente la vita culturale della città”.

E’ questo l‘obiettivo del progetto “Ascoltare la Cattedrale - Il Duomo di Milano”, che partirà il prossimo 10 giugno con “Il Canto delle Guglie”: cinque concerti dei Quattro Pezzi Sacri di Giuseppe Verdi eseguiti dall‘Orchestra dell‘Accademia delle Opere per la Musica Sacra sulle terrazze del Duomo.

Presentato oggi a Milano, il progetto vedrà il Duomo come fulcro di una serie di iniziative musicali e culturali che proseguiranno fino al 2015 “per esaltare il luogo di memoria della cristianità milanese come luogo di coscienza religiosa e formazione culturale”, si legge nel comunicato di presentazione degli eventi.

“Il nostro desiderio”, ha detto Diego Montrone, direttore musicale e artistico dell‘Orchestra, “è quello di mettere la musica sacra al servizio della liturgia ... per riportare (gli spettatori e gli esecutori del concerto) ad un momento di preghiera che va ‘oltre’”. E di raccogliere fondi da sponsorizzazioni di istituzioni, aziende pubbliche e private, che saranno devoluti alla Veneranda Fabbrica del Duomo per finanziare i lavori di ristrutturazione della cattedrale milanese.

La capienza è piuttosto limitata, ha spiegato Gianni Baratta, direttore artistico del progetto, con soli 500 posti disponibili per ogni concerto, e la partecipazione sarà ad inviti. Per quattro date però, 17 e 23 giugno, 1 e 15 luglio, l‘evento sarà aperto anche ad alcuni cittadini, estratti a sorte tra coloro che si iscriveranno al sito web della Veneranda Fabbrica (www.duomomilano.it) tra il 26 maggio e il 5 giugno.

Per quanto riguarda l‘aspetto più “tecnico” dell‘organizzazione, il palco con circa 60 musicisti sarà situato sotto la grande guglia della Madonnina e il coro sulla balconata, mentre il pubblico sarà disposto nelle prime quattro navate, “seguendo la spiovenza naturale delle guglie”, per realizzare un impatto visivo di grande suggestione, una “scultura tra le sculture”, come lo ha definito il presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo, Angelo Caloia.

Ci saranno inoltre un impianto di amplificazione acustica, che permetterà la diffusione sonora sulla città, e alcuni “effetti scenici” che potenzieranno l‘esecuzione, ha aggiunto.

“Speriamo che le istituzioni diano quanto prima il loro contributo”, ha detto Caloia, “e che il Comune di Milano possa sostenerci per concretizzare gli impegni presi”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below